Sport, giovani e tempo libero: al via i 3 bandi del comune

Da oggi on line sul sito del Comune. Bisconti: “Nuovi criteri: più trasparenza, parità di accesso per tutti, attenzione ai progetti a sfondo sociale”

Sono aperti fino al 1 ottobre i tre bandi del Comune di Milano per la concessione di contributi a iniziative, progetti e manifestazioni occasionali per la promozione della pratica sportiva, le attività giovanili e il tempo libero in città. I bandi, pubblicati on line sul sito www.comune.milano.it (sezione Bandi e pubblicazioni urbanistiche) e rivolti a istituzioni, associazioni, società, organizzazioni, enti pubblici e privati, tengono conto dei nuovi criteri approvati dalla Giunta il 20 luglio scorso per sostenere economicamente manifestazioni sportive o di intrattenimento di interesse pubblico.

In base alle proposte presentate dai partecipanti, il Comune predisporrà una graduatoria: per la prima volta, quindi, ci sarà un metro di giudizio unico e obiettivo per valutare la qualità dei progetti ed erogare contributi. Il sostegno economico sarà al massimo di 50 mila euro per le iniziative di rilevanza nazionale, internazionale e per le grandi manifestazioni, e di 20 mila euro per quelle di rilevanza cittadina.

Altra novità: i fondi non verranno più assegnati a pioggia ma secondo un punteggio definito che terrà conto di tutte le caratteristiche dell’evento (ad esempio storicità, rilievo nazionale o internazionale, costo di iscrizione o del biglietto, valorizzazione della città, finalità sociale, impatto ambientale). Criteri pubblici, trasparenti, che daranno a tutti le stesse possibilità di accesso ai fondi e che, soprattutto, consentiranno di valutare il reale ed oggettivo interesse pubblico dell’evento. A beneficiare delle nuove linee di indirizzo saranno soprattutto i soggetti più piccoli, che vedranno aumentare le loro possibilità di azione rispetto ad oggi. Al tempo stesso, i grandi attori dell’entertainment saranno incentivati a connotare le loro manifestazioni con un carattere sociale e più integrato col territorio.

“Queste nuove regole – afferma Chiara Bisconti, assessora allo Sport e Tempo libero – sono uno strumento in più per le politiche delle sport e per iniziative a favore dei giovani e del tempo libero. Diamo pari accesso a tutti, senza clientelismi o favoritismi. Promuoviamo le manifestazioni più sostenibili e integrate con la città. Sosteniamo tutti i progetti che abbiano un positivo impatto sul territorio, che contribuiscano a valorizzare la città e che siano capaci di integrare al meglio generazioni, generi, categorie sociali, senza dimenticare il costo per i cittadini. Stabiliamo fin d’ora un tetto massimo di spesa per ciascun evento. Abbiamo creato, quindi, un panorama di riferimento chiaro e preciso che non potrà che favorire l’ideazione e la realizzazioni di nuove proposte. Introduciamo per la prima volta una programmazione dei finanziamenti, a garanzia di un efficace utilizzo delle risorse”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.