“Sull’Imu calcoli sbagliati”, le minoranze chiedono interventi urgenti

Secondo "A come Angera" e il "Gruppo unito di minoranza" alle casse del Comune mancherebbero circa 300mila euro: «In due mesi si dovranno trovare soluzioni»

I conti nelle casse del Comune non tornano. Questo almeno secondo i rappresentanti dell’opposizione in consiglio comunale. La denuncia arriva dal "Gruppo Unito di Minoranza", formato dai consiglieri Molgora, Diano e Oggioni ma anche da "A Come Angera" guidato da Marco Brovelli. «Nonostante l’aliquota base dell’Imu sia stata portata quasi al massimo, mancheranno soldi al bilancio» scrivono in una nota i rappresentanti del Gruppo Unito. «E non pochi, perché se il trend di incasso dell’IMU rimane quello di giugno mancheranno circa 3/400.000 euro. In soli due mesi la nostra amministrazione deve trovare delle soluzioni per non presentare un bilancio in negativo per il secondo anno consecutivo».

«L’amministrazione – proseguono i consiglieri – ci ha riferito che si dovrà lavorare sui tagli alle spese, anche del personale. Loro pensavano di risolvere tutto facendo pagare più tasse ai cittadini ed invece era già scritto nel bilancio di aprile che il problema erano le spese. Se ci avessero dato retta allora, avrebbero avuto più tempo per affrontare la questione. Alla nostra proposta di tagliare le consulenze, la risposta è stata: lo stiamo già facendo. Infatti, nelle ultime Giunte sono stati previsti altri soldi per avvocati e cause, per ricorsi al TAR che si potevano evitare, per proroghe a comandi a professionisti come nel caso del succedersi di Architetti per l’ufficio dell’edilizia privata, oltre ai master plan per la Marina, che sicuramente altri consulenti non ci regalano». Oltre alla revisione delle spese il Gruppo Unito di Minoranza consiglia di accorpare i servizi affini: «Questo porterà ad una migliore ridistribuzione del personale, miglior copertura in caso di ferie e malattie e dove possibile ad un risparmio del personale. Ci vuole coraggio amministrativo Ma è ora di mostrarlo o la barchetta comunale affonda prima della nave».

A chidere interventi urgenti e controlli accurati è anche il consigliere Brovelli che sottolinea: «Nel corso della precedente Commissione di giugno, lo scrivente aveva invitato l’attuale maggioranza, i funzionari comunali competenti e i membri della stessa, a voler usare prudenza e accortezza nel prendere per oro colato i dati del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Purtroppo tale invito è stato disatteso. Allo stato attuale, se non interverranno ulteriori disposizioni legislative in materia, al nostro Comune mancherà una entrata di circa 300.000 euro rispetto a quanto previsto». Nel suo comunicato anche "A Come Angera" presenta una serie di proposte: «Occorre, per prima cosa verificare nel mese di settembre se tali previsioni saranno confermate nel dettaglio e, solo allora si potrà quantificare nello specifico, quali azioni intraprendere per preservare lo stato di salute dei conti del nostro Comune. Fin da ora proponiamo la completa chiusura di tutti i contenziosi aperti nel passato al fine di evitare inutili spese nel corso dei successivi esercizi; l’utilizzo e la valorizzazione del personale interno per quanto attiene la progettazione di opere o progettazioni; una radicale operazione volta a recuperare tutte le tasse e i tributi tutt’oggi non pagati dai contribuenti mediante l’utilizzo di tutte le forme di legge previste in materia; una maggiore valorizzazione del personale del nostro Comune per migliorare l’efficienza e la produttività nei confronti della cittadinanza; un attento controllo del territorio al fine di scoraggiare fenomeni di evasione e di non rispetto delle norme e,da ultimo un controllo sull’effefttività dei crediti vantati dal nostro Comune, al fine di poter procedere alla loro riscossione con celerità».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.