“Tassare le bibite gasate? Ok, ma non l’acqua”

Il parere di Antonella Zambelli, fiduciario Fipe Confcommercio, che aggiunge: “Si dovrebbe tassare anche quelle bibite non gasate che contengono edulcoranti al posto dello zucchero”

«Giusto tassare le bibite, anche quelle non gasate, ma non l’acqua». Antonella Zambelli, fiduciario Fipe Confcommercio, interviene sul disegno di legge del Ministro Balduzzi sulla possibilità di tassare le bibite gasate a livello nazionale. Proposta che sta facendo discutere e che il fiduciario varesino giudica positivamente, ma con dei limiti, «altrimenti si rasenta il paradosso – commenta -. La tassazione potrebbe starci se diventa un discorso di salute, ma se deve arrivare anche sull’acqua minerale, è eccessivo. Lo stesso provvedimento lo hanno adottato anche in America, dove si è esagerato con le bibite che non fanno bene alla salute».

Secondo la Zambelli anche in Italia si sta andando in quella direzione: «Ci sono bibite che contengono caffeina e danno dipendenza, non sono necessarie e potrebbe essere giusto arrivare a tassarle. Ma allora dovrebbe accadere anche per le bibite che potrebbero essere poco sane e che non sono gasate, come quelle che contengono edulcoranti al posto dello zucchero. Se si deve tassare andiamo a controllare quello che c’è negli ingredienti. Sicuramente questa tassazione non deve essere applicata all’acqua, gasata o non gasata».  

«A livello di Fipe si vedrà di chiedere di raddrizzare il tiro – conclude il fiduciario -, adesso la proposta è ancora come disegno legge, ci sono altri problemi da affrontare. Man mano che diventerà una certezza studieremo cosa fare». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.