Tromba d’aria, Busto farà da capofila per la richiesta di risarcimenti

Hanno già superato la ventina i moduli consegnati ad Agesp Servizi per la richiesta di risarcimento. Intanto i comuni limitrofi di Lonate Pozzolo, Ferno e Castellanza faranno riferimento proprio su Busto per le domande di risarcimento

Sono già oltre una ventina i moduli richiesti e consegnati ad Agesp Servizi per accedere alla procedura per la richiesta di risarcimento danni da calamità naturale effettuati da privati cittadini e operatori economici ma si prevede che possano essere una cinquantina in tutto coloro che cercheranno di farsi rimborsare almeno una parte dei danni subiti dalla violenta tromba d’aria che martedì ha colpito Busto Arsizio e alcuni centri limitrofi.
Questa mattina, giovedì, il sindaco di Busto Gigi Farioli ha incontrato nuovamente il collega di Lonate Pozzolo Piergiulio Gelosa per avviare una procedura comune per le richieste di danni con Busto Arsizio come comune capofila. Il temporale, infatti, ha colpito anche Lonate, Ferno e Castellanza. Anche i sindaci di Ferno e Castellanza, infatti, si sono sentiti con Farioli per lo stesso motivo. Sempre in mattinata si è anche svolta una giunta che ha deliberato lo stato di calamità, passo necessario per poter ottenere il riconoscimento dal governo dell’emergenza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.