Valigie alla cocaina

In arrivo dalla Repubblica Domenicana, due donne nascondevano nei trolley 18 chili di polvere bianca: la Finanza le ha individuate con il sistema informatico

Anche i due corrieri arrestati oggi, probabilmente, avevano confidato in controlli più blandi nelle giornate di rientro dal ferragosto, come i tre arrestati il 15 agosto con ben quaranta chili di cocaina. Una  dominicana di 49 anni ed una cubana di 33 anni, provenienti dalla Repubblica Dominicana, via Madrid, avevano nascosto la droga nelle aste telescopiche di tre trolley.

La Guardia di Finanza di Malpensa ed il personale dell’Agenzia delle Dogane, invece, hanno continuato a mantenere alto il livello del dispositivo di contrasto ai traffici illeciti nell’aeroporto della Malpensa. Anche grazie all’utilizzo del sistema informatico A.CR.A.PAX, sviluppato con il contributo di S.E.A. Aeroporti Milano, è stata effettuata una mirata programmazione dei controlli   sulla scorta di "indici di rischio" preimpostati, calibrati sulla provenienza del volo, le caratteristiche dei passeggeri ed, infine, gli atteggiamenti assunti dagli stessi al momento della visita doganale.

I militari della Guardia di Finanza ed i funzionari doganali sono riusciti ad individuare i due corrieri tra le centinaia di passeggeri sbarcati dal volo in transito da Madrid e proveniente dalla Repubblica Dominicana. Questa volta, però, è stato fondamentale il fiuto di Lucas, la Fiamma Gialla a quattro zampe in servizio a Malpensa, che non ha tradito la fiducia dei finanzieri i quali grazie alla sua segnalazione hanno potuto bloccare le due donne che già si apprestavano ad uscire dalla sala arrivi Schengen. L’accurato controllo delle valigie ha quindi permesso di trovare 16 chili di cocaina abilmente nascosti all’interno delle cavità delle aste telescopiche di tre trolley.  Al termine delle operazioni di polizia giudiziaria le due donne sono state portate, in stato di arresto, al carcere di Monza (MB) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Lo scalo intercontinentale di Malpensa, ancora una volta, come si evince dai continui sequestri effettuati dalla Guardia di Finanza, si conferma un’importante luogo strategico di passaggio della droga, soprattutto cocaina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.