Web e app innovative: la regione lancia un concorso

Si chiama "OpenAppLombardia" e si rivolge a giovani programmatori e sviluppatori tra i 18 e i 35 anni. Obiettivo realizzare nuovi strumenti di servizio, svago e utilità

Premiare la creatività e l’ingegno dei giovani, per rendere disponibili nuovi servizi e sempre più accessibile e trasparente la Pubblica amministrazione. E’ l’obiettivo del concorso ‘OpenApp Lombardia’, iniziativa promossa dall’Assessorato regionale alla Semplificazione e Digitalizzazione, alla quale c’è ancora tempo per partecipare (le iscrizioni chiuderanno alle ore 12 del 28 settembre), che sta crescendo grazie anche alla partnership assicurata da Microsoft e da Prospera-Progetto Speranza. Due sostegni che rendono ancora più appetibile la proposta per i giovani sviluppatori.

 
«OpenApp Lombardia’ – spiega l’assessore Carlo Maccari – si rivolge ai giovani programmatori e sviluppatori di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che vogliono mettersi in gioco, realizzando applicazioni web o app per dispositivi mobili. E’ inoltre un’opportunità in più per utilizzare promuovere e sviluppare il nostro portale OpenData, il grande archivio digitale che, in nome della trasparenza, contiene già milioni di informazioni per i cittadini suddivise nei più svariati ambiti, dalla cultura alla sanità, dagli impianti sportivi al sociale, al commercio".
Il portale (https://dati.lombardia.it), che conta oggi 94 data set, i ‘cassetti’ contenenti le informazioni, in progressiva e costante crescita, rappresenta un patrimonio immenso in ogni ambito – dalla cartografia, alla normativa, alla statistica – fatto di informazioni, dati e contenuti. I partecipanti al concorso, nello sviluppare la propria app, dovranno attingere per regolamento ad almeno uno dei dataset del portale OpenData Lombardia. Le nuove app potranno quindi utilizzare dati messi a disposizione dalla Regione Lombardia e da altre Pubbliche amministrazioni, per diventare strumenti di servizio, svago e utilità che i cittadini potranno consultare comodamente con i loro smartphone e tablet. «Saranno premiate – commenta Maccari – le dieci applicazioni più innovative, con riconoscimenti fino a 14.000 euro, per un budget totale di 60.000 euro messo a disposizione dalla Regione, al quale si aggiungeranno i premi messi a disposizione degli sponsor. È estremamente importante stimolare la creatività dei giovani, che possono mettere a frutto le loro conoscenze e i loro studi in progetti di interesse comune per la collettività. Esperienze simili nate in altri Paesi, Stati Uniti in testa, dimostrano che l’utilizzo di questa miriade di informazioni può diventare uno strumento per creare occupazione e reddito, sostenere l’innovazione e far crescere start-up d’impresa».
 
Per partecipare al concorso i candidati devono registrarsi nell’apposita sezione del portale www.openapp.lombardia.it. Ogni partecipante potrà presentare non più di 3 app, che verranno giudicate, nel mese di ottobre, da un’apposita commissione, che attribuirà i punteggi in base all’utilizzabilità dell’applicazione, all’originalità e innovazione, all’interesse pubblico e al suo utilizzo "economico".
 
«Il concorso – conclude Maccari -, che vede le qualificate adesioni di Microsoft e Prospera – rappresenta un’ulteriore dimostrazione del processo di utilizzo delle nuove tecnologie per snellire i processi decisionali e le prassi amministrative, ma anche un’opportunità per rafforzare, con il contributo dei cittadini, un nuovo modo di vedere la Pubblica amministrazione, sempre più efficiente e trasparente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 agosto 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.