A Natale tornano i “Soliti Idioti”

Al cinema la comicità di Ruggero e Gianluca ma anche il film di Robert Redford "La regola del silenzio – The company you keep", "Ernest & Celestine" e "La bottega dei suicidi"

La comicità demenziale del duo Biggio-Mandelli torna sul grande schermo con I 2 soliti idioti. Anche in questo secondo film seguiremo anzitutto Ruggero e Gianluca nella loro fuga dalla gang dei Russi. Per salvare l’Impero del Wurstel, Ruggero dovrà suo malgrado rivolgersi ad un inquietante individuo, l’unico a poterlo aiutare concretamente a sfuggire dai criminali ma soprattutto dal fisco. Insieme all’improbabile coppia padre-figlio ritroveremo alcuni personaggi già noti, come i preti marketing e i bambini terribili di „Mamma esco“, ma anche nuove gag. 
Robert Redford dirige ed interpreta La regola del silenzio – The company you keep, al cinema dal 20 dicembre. Jim Grant, all’apparenza un pacifico avvocato e ragazzo padre, viene messo alle strette dalle inchieste del giovane cronista Ben Shepard (Shia LaBeouf) che svelano la sua identità di ricercato per omicidio. Jim dovrà sfidare tutti per dimostrare la sua innocenza. 
A chi preferisce i cartoni animati suggeriamo Ralph Spaccatutto, nelle sale in 3D da giovedì 20 dicembre. Ralph è stato un grande protagonista dei videogiochi del passato; ora però si trova in difficoltà a competere con le nuove tecnologie ed in particolare con Fix-It Felix, il nuovo eroe dei videogame. Stanco di vestire i panni del „cattivo“, Ralph decide di intraprendere un viaggio per
conoscere gli altri giochi virtuali, incontrando nuovi amici ed affrontando difficili sfide, per dimostrare il suo valore. Ernest & Celestine è un titolo di animazione con un bel messaggio che piacerà ai più piccoli. Ernest è un orso che lavora come clown-musicista; Celestine una topolina che capita casualmente in casa sua. Nonostante le iniziali diffidenze, i due protagonisti diventeranno presto amici inseparabili. Il film è nato dai disegni di Monique Martin. Gli spettatori amanti dei cartoon poco tradizionali non potranno che gradire La bottega dei suicidi. In una città grigia e triste, la famiglia Tuvache conduce una bizzara attività: nella bottega dei suicidi è possibile organizzare una morte spettacolare e soddisfacente. Gli affari vanno a gonfie vele, finchè Alan, l’ultimo nato, mostra un carattere decisamente in controtendenza: allegro e gioioso, il bambino causerà non pochi problemi alla sua mesta famiglia e a tutti gli altri abitanti!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.