Accordo fatto per la Lepanto, niente licenziamenti

Erano una quarantina le persone che vedevano minacciato il proprio posto di lavoro, nel servizio di assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità

Buone notizie per i lavoratori e le lavoratrici del Consorzio Lepanto: la vertenza – che riguardava gli addetti al servizio di assistenza ai viaggiatori disabili – si è chiusa in modo positivo, con la conferma dei livelli occupazionali. Lo annunciano insieme Lepanto e i sindacati coinvolti nella trattativa: «CGIL, CISL, UIL, USB Regionale, USB Varese e FLAI T.S., unitamente al Consorzio Lepanto dichiarano che grazie al contributo di tutte le parti in causa è stato raggiunto un risultato che soddisfa la prospettiva del mantenimento dei livelli occupazionali». Risulta così ritirata la procedura di licenziamento collettivo che coinvolgeva 40 lavoratrici e lavoratori: martedì gli addetti avevano fatto un presidio davanti alla sede Lepanto, a Busto Arsizio, e un gruppo aveva anche iniziato uno sciopero della fame.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.