Acqua pubblica, Sel in piazza per informare i cittadini

Gli esponenti del partito saranno domenica 16 dicembre in via Manzoni dalle ore 15 alle ore 18. «Sono stati 18.000 i gallaratesi che votarono sì al referendum. Con loro vogliamo che l’acqua resti pubblica»

L’ATO della provincia di Varese sta decidendo la forma di gestione del servizio idrico integrato. «Inizialmente il presidente della Provincia – spiega Sel Gallarate – ha tentato di farlo confrontandosi con le SpA che gestiscono oggi i servizi idrici (AMSC, AGESP, ASPEM), una delle quali, la società di Varese, ha un socio privato impegnato nel nord Italia nei processi di privatizzazione dei servizi pubblici: A2A Ha tentato di farlo senza coinvolgere tutti i comuni della provincia, così da mettere loro e i cittadini di fronte alla scelta compiuta. Ha dovuto arrendersi alla richiesta di maggiore partecipazione da parte del comitato dell’acqua bene comune che promosse (e vinse) il referendum sull’acqua pubblica e da parte di diverse amministrazioni comunali, Saronno e Tradate in primis. Oggi sono due le scelte che si confrontano: la S.r.l. a capitale pubblico o, appunto l’azienda speciale. Ci dicono che è la stessa cosa. Non è vero e non ce la beviamo».
Ora, a febbraio del prossimo anno, saranno i comuni a decidere la forma di gestione. «Devono farlo coinvolgendo i cittadini e i consigli comunali. Devono, come ben stanno facendo le amministrazioni di Saronno e Tradate con diversi comuni che a loro si sono uniti, diffondere informazioni e competenze, coinvolgere nella scelta i cittadini e le cittadine che solo un anno fa hanno consapevolmente votato perché l’acqua resti un bene comune e non una merce da cui qualche privato possa trarre profitti».
Sinistra Ecologia Libertà sarà domenica 16 dicembre con un gazebo a informare e coinvolgere i cittadini (in via Manzoni dalle ore 15 alle ore 18), «perché tornino protagonisti nella difesa dell’acqua pubblica. Sono stati 18.000 i gallaratesi che votarono sì al referendum. Con loro vogliamo che l’acqua resti pubblica. Non a parole, ma nella scelta concreta della forma di gestione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.