Arrestate le 3 scassinatrici: Valentina, Elisabeth e Miriana

In un palazzo di viale Valganna erano vestite con abiti scuri e con fare furtivo. Scendevano le scale con la luce spenta e con degli arnesi da scasso

Ieri sera, la Squadra Volante della Questura di Varese ha arrestato tre donne colte nel tentativo di commettere un furto in un appartamento in viale Valganna.
Verso le ore 19 e 40 una donna, all’interno del proprio appartamento, ha udito dei rumori sospetti provenire dal pianerottolo. Affacciandosi alla porta ha notato due donne, poi identificate per Stojanovic Valentina, 22 anni e Jovanovic Elisabeth, di 20 anni, vestite con abiti scuri che, con fare furtivo, scendevano le scale con la luce spenta e, con degli arnesi da scasso, tentavano di forzare la porta di un appartamento sul pianerottolo sottostante.
La donna ha immediatamente chiamato il 112 ed ha notato dal balcone una terza donna, identificata per Durdevic Mirijana, di 23 anni, nell’inequivocabile atteggiamento del “palo”.
Quest’ultima, accortasi che i movimenti all’interno del condominio non erano passati inosservati, ha avvisato le complici. Proprio in tale frangente è sopraggiunta una Volante della Questura. Le tre donne, alla vista della pattuglia, hanno tentato di liberarsi degli arnesi da scasso gettandoli a terra ed hanno tentato la fuga, ma sono state prontamente bloccate dagli operatori.
Gli arnesi sono stati sottoposti a sequestro, mentre le donne sono state sottoposte a perquisizione personale a seguito della quale sono stati rinvenuti altri arnesi tra i quali un utensile artigianale appositamente realizzato al fine di far scattare le serrature.
Tutte e tre le donne hanno numerosissimi precedenti penali e tutti della stessa indole: furti in abitazione e reati collegati come possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. Le stesse, inoltre, hanno in più occasioni fornito diverse generalità e presentano un’elevata mobilità sul territorio nazionale. Hanno infatti precedenti a Livorno, Massa, Milano, Alessandria, Vicenza, Savona, Spotorno, Cuneo, Torino, Bassano del Grappa, Pinerolo, Biella, Nocera Inferiore, Chivasso, Trento, Bollate, Pomezia e Torvaianica, Cuneo, Pinerolo e Biella.
Sono stati effettuati accertamenti tecnici da parte della Polizia Scientifica sui danni da effrazione provocati sulle porte e gli esperti hanno confermato che tali danni sono perfettamente compatibili con gli arnesi trovati alle donne.
Con le stessa tecnica forzato anche il portoncino d’ingresso al condominio e quello di accesso al palazzo. Le tre giovani in tarda serata sono state condotte presso la Casa Circondariale di Monza. La questura da alcuni giorni ha rafforzato la presenza di pattuglie in città per combattere i furti in appartamento.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.