“Assurdo far pagare 2mila euro lo scarico merci ai commercianti”

Affondo del Pdl: "La Giunta Porro chiederebbe una cauzione annuale per il carico scarico nella Ztl come cauzione per ipotetici danni, in particolare al manto stradale"

«In un periodo di crisi drammatica come quella che stiamo vivendo, con il peggior dato sulla flessione dei consumi dal Dopoguerra, e la prospettiva di un nuovo aumento del’Iva dal prossimo luglio al 22%, è semplicemente folle tartassare artigiani e commercianti. Il nuovo regolamento sul costo dei pass nella Ztl riservato agli operatori economici, che la Giunta avrebbe irresponsabilmente voluto introdurre già dal primo dicembre, è iniquo e come Pdl siamo vicini alle associazioni di categoria che abbiano incontrato la scorsa settimana e combatteremo per modificarlo».

Lo afferma il segretario provinciale del Pdl ed europarlamentare Lara Comi a seguito di un incontro che c’è stato lo scorso venerdì con Ascom Saronno e il presidente Antonio Renoldi.  «La Giunta Porro, con in testa l’assessore all’Ambiente e Mobilità, Roberto Barin – fa notare Comi – vorrebbe fare pagare 2 mila euro di cauzione all’anno per il carico scarico nella Ztl come cauzione per ipotetici danni, in particolare al manto stradale. Una cifra esorbitante, che anziché favorire la ripresa del commercio e dell’occupazione li ammazza. E ignora il ruolo importante di Saronno come crocevia di molti paesi. Se tutti i Comuni applicassero questa ricetta metteremmo in ginocchio i servizi al territorio, costringendolo alla desertificazione delle attività economiche. Una seconda questione riguarda i negozianti, che nella Ztl devono parcheggiare sulle strisce blu a pagamento: la proposta che avanziamo in questi momenti difficili, sentita Ascom, è quella di una cifra ragionevole intorno ai 150 euro all’anno per il posteggio».

«Il forfait di 2 mila euro è assurdo – incalza il capogruppo Pdl Luca De Marco –, perché l’eventuale danno alla strada è indimostrabile che sia determinato da uno specifico passaggio di un furgone. Non si tratta così chi lavora e tartassare chi fa le consegne della merce dopo avere colpito i residenti, costretti a pagare i pass per andare a casa propria, non ha senso.” “E’ ingiusto punire chi rende un servizio alla cittadinanza – aggiunge il coordinatore Pdl cittadino, Paolo Strano -. E in questo momento dobbiamo aiutare i commercianti e sostenere chi lavora anziché far cassa sulla loro pelle come vuole fare il Comune».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.