Bassano ostacolo tosto per una Pro d’alta quota

I tigrotti ospireranno domenica 9 allo "Speroni" i giallorossi in una sfida di alta classifica. Due ex tra i veneti: Correa, che non giocherà perché squalificato e Gasparello, eroe di un derby con il Legnano

La Pro Patria vuole mantenere il primo posto in classifica, ma per farlo domenica 9 dicembre (fischio d’inizio alle 14,30) dovrà affidarsi anche la spinta del pubblico dello "Speroni" per superare un avversario temibile come il Bassano, formazione che riporta a Busto Arsizio una seri di ricordi, alcuni belli, altri meno.
 
Per mister Aldo Firicano non ci sono problemi di assenze e così il tecnico dovrebbe schierare l’undici che ha conquistato quattro vittorie di fila. L’unico ballottaggio dovrebbe essere nel ruolo di mezzala sinistra, con Vignali e Viviani in lizza per la maglia da titolare. Per il resto conferma per difesa e attacco, con il trio Giannone, Serafini e Cozzolino pronto a tornare al gol dopo la domenica di sosta a Bellaria, risolta per fortuna dalla riserva di lusso Falomi. Le note positive in Romagna sono arrivate soprattutto dalla difesa, che per la prima volta in stagione non ha subito gol. Un buon segnale – come abbiamo già rimarcato – di crescita per la retroguardia biancoblu, da ripetere in fretta e quanto più possibile.

Il Bassano Virtus, retrocesso lo scorso anno dalla Prima Divisione, ha costruito una squadra che ha tutto il potenziale per essere una seria candidata al primo posto. Fino a ora però i risultati dei giallorossi hanno peccato di costanza e così la squadra veneta è quarta a parimerito con l’Alessandria a quota 24 punti, cinque in meno di Pro Patria e Savona. 
Il mister della Virtus è Claudio Rastelli, ex allenatore tra le altre anche del FeralpiSalò che eliminò la Pro nei playoff promozione di due stagioni fa. Una figura che non ha mai portato grande fortuna ai tigrotti. Al mister giallorosso mancheranno però tre pedine importanti: i difensori Toninelli e Bertoli e il centrocampista, ex della gara, Lucas Correa, protagonista nell’anno della serie B sfiorata a Busto Arsizio. L’altro grande ex della partita sarà Gasparello (nella foto), autore di 13 reti nell’unica stagione in biancoblu e rimasto sempre legato alla maglia bustocca. Nei tifosi tigrotti è sempre limpido il ricordo dell’attaccante classe 1979 e del suo gol nel derby di Legnano in quel fantastico 0-3 del novembre 2007. Gasparello molto probabilmente partirà dalla panchina, considerando che i titolari saranno gli affidabili Berrettoni e Longobardi.
 
Pro Patria – Bassano (probabili formazioni)
 
Pro Patria (4-3-1-2): Sala; Bonfanti, Nossa, Polverini, Pantano; Bruccini, Calzi, Vignali (Viviani); Giannone; Serafini, Cozzolino. All.: Firicano.
Bassano (3-5-2): Cano; Basso, Zanella, Ghosheh; Furlan, Mateos, Carteri, Proietti, Stevanin; Berrettoni, Longobardi. All.: Rastelli. 
Arbitro: sig. Fiore di Barletta (Mosca e Croce).
Seconda DivisioneProgramma e classifica

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.