Bilancio e convenzioni in consiglio comunale

Il gruppo Obiettivo Comune, grazie ai consiglieri di minoranza Stefano Chiesa e Dario Cecchin, commenta il consiglio comunale dello scorso 30 novembre

Il gruppo Obiettivo Comune, grazie ai consiglieri di minoranza Stefano Chiesa e Dario Cecchin, commenta il consiglio comunale dello scorso 30 novembre

1) Nel primo punto era in discussione l’assestamento di bilancio e una contestuale variazione di bilancio, in sostanza l’ultima variazione possibile prima della fine dell’anno (salvo prelievo da fondo di riserva). Su questo punto nell’intervento nell’intervento del Consigliere Stefano Chiesa abbiamo evidenziato che, nonostante a inizio Ottobre il Consiglio avesse approvato i cosiddetti “equilibri di bilancio”, dopo poche settimane ci e’ stata sottoposta una variazione complessiva con 53 mila euro di maggiori spese ripartite in diverse voci “pareggiate” in buona parte non da entrate ordinarie o risparmi, bensì utilizzando 40 mila euro dell’avanzo di amministrazione(esaurendo lo stesso per la parte non ancora impegnata), operazione che segnala uno squilibrio nella gestione corrente compensata con una partita straordinaria. Dubbi sull’inserimento di alcuni interventi di manutenzione ritenuti non prioritari fino a un mese fa e sulla mancata attuazione di altri più urgenti, ad esempio la sistemazione del tetto degli spogliatoi del campo sportivo dove e’ presente una infiltrazione d’acqua da qualche mese a questa parte. Curioso anche il fatto che il Comune spenda ancora soldi a Settembre per un intervento da falegname all’Asilo Nido Comunale che è chiuso da Luglio…Ulteriore preoccupazione è stata ribadita per la presenza in bilancio di consistenti residui attivi (in sostanza di crediti) di difficile riscossione di cui il Revisore dei Conti ha chiesto una verifica approfondita in sede di approvazione del Consuntivo 2011, operazione rinviata anche negli anni precedenti dall’Amministrazione Maroni, ma destinata a produrre dei buchi di bilancio in caso di eliminazione degli stessi nei prossimi mesi. Non abbiamo condiviso anche la conferma delle aliquote IMU maggiorate ( 5 per mille prima casa e 8,4 per mille seconda casa e attività produttive e commerciali) da parte dell’amministrazione Maroni su cui avevamo chiesto una maggiore attenzione, ad esempio per le attività commerciali di prima necessità (negozi alimentari), tenuto conto della situazione economica e del rischio potenziale di chiusura visto i ridotti margini di utile delle stesse nella ns. realtà locale. Punto approvato dalla maggioranza con voto contrario del nostro gruppo per le motivazioni indicate in precedenza.

2) Sul punto “convenzione per gestione associata della polizia locale tra Casciago, Luvinate, Barasso e Comerio” negli interventi dei Consiglieri Cecchin e Chiesa abbiamo condiviso l’ opportunità di accordi di collaborazione con comuni limitrofi al di là dei recenti obblighi di legge, ricordando pero’ che nel 2008 Casciago era uscita dal precedente consorzio di polizia locale con voto unanime del Consiglio Comunale per le problematiche economiche-eccessivi costi amministrativi- e la scarsa efficacia del servizio fornito. La convenzione proposta oggi presenta delle problematiche addirittura peggiorative, in primis l’introito delle multe riscosse non ripartito in proporzione al peso dei comuni aderenti( come prevedeva la vecchia convenzione) ma attribuita in base al Comune dove verranno emessa e il conseguente rischio di vigili “tirati per la giacchetta” dal Sindaco “più forte” per stare in prevalenza nel suo territorio; in compenso gli oneri (in assenza di finanziamenti regionali come nel passato) sono tutti ripartiti di fatto in base al numero di abitanti dei singoli comuni aderenti creando un evidente discrepanza con i criteri stabiliti per l’entrata. Abbiamo espresso dubbi anche sul fatto che il precedente consorzio sia ancora in liquidazione e sul fatto che la convenzione sarà svolto al momento con solo 4 vigili che difficilmente potranno garantire servizi in più. Punto approvato dalla maggioranza, nostro voto contrario alla convenzione per le criticità rilevate nei punti precedenti.

3) Sul punto relativo all’adesione del Comune di Comerio al gruppo intercomunale di protezione civile che comprende i Comuni di Casciago, Luvinate e Barasso abbiamo posto in evidenza che a quanto risulta-confermato da un referente del gruppo intercomunale presente alla seduta- il Comune di Comerio non ha un gruppo di protezione civile e che quindi la sola adesione del comune aveva poco senso; in aggiunta a quanto detto appare strano che non sia stato effettuato nessun incontro tra i potenziali nuovi volontari, il Comune di Comerio e il gruppo intercomunale di protezione civile esistente prima di portare la proposta in Consiglio Comunale. Abbiamo comunque espresso voto favorevole subordinato alla verifica e al superamento delle problematiche sottolineate qui sopra, l’argomento e’ stato approvato all’unanimità

4) E’ stata approvata all’unanimità la convenzione con il Comune di Varese per la gestione del servizio retribuzioni e contributi dei dipendenti.

Stefano Chiesa
Dario Cecchin

Gruppo Consiliare “Obiettivo comune”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.