Busto e Villa, la festa è sotto rete

Il 26 dicembre si chiude il girone d'andata del campionato: Unendo Yamamay contro Modena a caccia del titolo d'inverno, Asystel MC-Carnaghi in trasferta a Bergamo. Intanto Crema rischia di chiudere i battenti

Eterni rivali sugli spalti, ma per una volta uniti dal tifo: mercoledì 26 dicembre, in occasione dell’undicesima giornata del campionato di serie A1, i supporter di Busto Arsizio e Villa Cortese punteranno tutto su… una vittoria dei “cugini”. Non è tanto questione di spirito natalizio, quanto di interesse reciproco: alle 18.30 (diretta su Rai Sport 2) la Unendo Yamamay ospita l’Assicuratrice Milanese Modena, diretta avversaria di Villa nella corsa al quarto posto, mentre alle 18 l’Asystel MC-Carnaghi scende in campo al PalaNorda contro Bergamo, unica squadra ancora in corsa insieme alla Yama per il titolo di campione d’inverno.
Ci sarebbero tutti gli ingredienti per una giornata di festa e spettacolo, se il campionato di pallavolo non fosse in procinto di scrivere un’altra pagina nerissima della sua storia: quella di Santo Stefano, ammesso che si giochi regolarmente, sarà infatti l’ultima partita in serie A della Icos Crema, prossima alla chiusura. Da fine anno tutte le giocatrici saranno svincolate e libere di accasarsi altrove (Bologna è già sulle tracce di Matuszkova, Villa del libero Paris) ma, soprattutto, la A1 rischia di restare ancora una volta "monca", come già avvenuto lo scorso anno in seguito al ritiro di Conegliano. Il presidente Claudio Cogorno dichiara di aver “rimesso il titolo nelle mani della Lega, che ne disporrà a proprio piacimento”; la Lega Pallavolo, da parte sua, parla di situazione “imprevedibile” (ricordiamo che il campionato è iniziato soltanto da due mesi) e prenderà una decisione in merito dopo la riunione straordinaria del 27 dicembre. All’orizzonte c’è persino la fantascientifica ipotesi della promozione in corsa di una squadra di A2 per sostituire le cremasche: comunque vada, l’ennesimo brutto spot per il volley italiano.

QUI BUSTO –
L’entusiasmo è alle stelle in casa Unendo Yamamay: il trionfo pre-natalizio in casa di Conegliano ha consentito alle bustocche di staccare tutte le avversarie, Bergamo esclusa, e soprattutto regalato nuove certezze a una squadra che sa di potersi esprimere al meglio anche senza Carli Lloyd, tornata negli USA per proseguire le cure. Per mettere la ciliegina sulla torta e aggiudicarsi il titolo di campione d’inverno serve però un successo contro Modena: per questo motivo la squadra di Parisi, dopo una giornata di riposo, è tornata al lavoro già alla vigilia di Natale e si allenerà anche nel tardo pomeriggio del 25 dicembre. L’Assicuratrice Milanese, quarta in classifica a 5 lunghezze dalla Yama, è reduce da tre successi consecutivi e in trasferta è sempre andata a punti; accanto ad Aguero, che continua ad attraversare uno straordinario momento di forma, brillano nelle ultime uscite anche Spasojevic e Horvath, ben orchestrate da Alisha Glass. La ricezione della squadra di Cuello, d’altro canto, è la peggiore dell’intero campionato, e proprio sulla battuta dovrà puntare Busto per girare la partita a suo favore. Di sicuro le “farfalle” potranno contare sul solito grande pubblico – già 700 biglietti staccati in prevendita – e su un sestetto al gran completo, con Caracuta nel ruolo di palleggiatrice.

Unendo Yamamay Busto Arsizio-Assicuratrice Milanese Modena
Busto A.: 1 Faucette, 2 Cialfi, 4 Brinker, 6 Leonardi (L), 7 Marcon, 8 Bauer, 10 Kozuch, 11 Lombardo, 13 Arrighetti, 14 Caracuta, 17 Pisani, 18 Bisconti. All. Parisi.
Modena: 3 Croce (L), 4 Valeriano (L), 5 Paggi, 6 Glass, 8 Barazza, 9 Spasojevic, 11 Brussa, 12 Aguero, 13 Harmotto, 15 Rinieri, 16 Scarabelli, 17 Mari, 18 Horvath. All. Cuello.
Arbitri: Mauro Goitre e Armando Simbari.

QUI VILLA – L’Asystel MC-Carnaghi alza l’asticella: dopo Crema e Piacenza ecco Bergamo, squadra rivelazione del campionato, che non subisce una sconfitta dalla prima giornata e ha vinto ben 4 incontri al tie break. Si gioca su un campo che evoca tanti ricordi per la squadra cortesina, dalle finali scudetto in giù; questa volta la posta in gioco è decisamente minore, ma riuscire a espugnare il PalaNorda vorrebbe comunque dire passare un importante esame di maturità, soprattutto se Caprara deciderà di dare fiducia all’assetto visto in campo nelle ultime partite, con Rondon titolare al posto di Mojica. “Sarà una partita chiave per il prosieguo della stagione” ha detto senza mezzi termini l’allenatore bolognese, mentre Alix Klineman, parlando della vittoria su Piacenza, si è espressa in termini entusiastici: “In campo c’era una bellissima atmosfera, è stata la prima partita in cui tutte abbiamo giocato molto bene, nello stesso momento”. Difficile però aspettarsi dalla Foppapedretti lo stesso “aiuto” concesso dalle piacentine: la squadra di Lavarini ha a disposizione due bomber come Diouf e Di Iulio, seconda e terza miglior marcatrice del campionato, e per l’ultima sfida di campionato ha recuperato anche l’insidiosa centrale Crimes. Insomma, servirà il miglior Villa per quella che si preannuncia come una vera e propria battaglia.

Foppapedretti Bergamo -Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese
Bergamo: 1 Klisura, 3 Bruno (L), 4 Crimes, 5 Brown, 6 Weiss, 7 Blagojevic, 8 Merlo (L), 9 Di Iulio, 10 Devetag, 13 Diouf, 15 Balboni, 18 Zambelli. All. Lavarini.
Villa C.: 1 Malagurski, 2 Viganò, 3 Mojica, 4 Nomikou, 5 Klineman, 7 Folie, 9 Veljkovic, 12 Garzaro, 13 Barun, 14 C.Bosetti, 15 Parrocchiale (L), 17 Rondon. All. Caprara.
Arbitri: Daniele Zucca e Davide Prati.

COPPA ITALIA – La classifica al termine dell’ultima giornata di andata determinerà anche gli abbinamenti dei quarti di finale di Coppa Italia, in programma mercoledì 9 e domenica 13 gennaio (gara di ritorno in casa della miglior classificata). Busto Arsizio è già sicura del primo o del secondo posto – in caso di arrivo a pari punti con Bergamo, prevarrebbero le orobiche per maggior numero di vittorie – e quindi affronterà la settima o l’ottava classificata, una tra Conegliano, Chieri, Pesaro e Crema (ritiro permettendo). Villa Cortese, invece, per arrivare terza deve battere Bergamo 3-0 o 3-1 e sperare in una sconfitta senza punti di Piacenza; potrebbe bastare anche un 3-2, invece, per scavalcare Modena al quarto posto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.