Busto-Schwerin, una storia infinita

Sorteggiati gli abbinamenti dei playoff di Champions League: la Unendo Yamamay ritrova le tedesche, già incontrate in due edizioni di Coppa CEV. Per Villa Cortese impegnativa sfida con l'Eczacibasi. Finali a Istanbul

Non c’è due senza tre, anche nella pallavolo: per la terza volta in tre anni di Coppe europee la Unendo Yamamay torna in Germania, nella tana dello Schweriner SC, già affrontato ed eliminato nelle due edizioni della Coppa CEV 2009-2010 e 2011-2012, entrambe concluse con la conquista del trofeo (nella foto, la gara dellos corso febbraio). Una coincidenza singolare e anche un bel regalo per le "farfalle" dalle urne del sorteggio di Champions League svoltosi oggi in Lussemburgo. Dal punto di vista della squadra bustocca tutto è andato per il verso giusto nella sede della CEV, a partire dall’assegnazione delle finali al Galatasaray, che ha permesso alle biancorosse di "scalare" tra le teste di serie, garantendosi un abbinamento più morbido nei playoff a 12 (15-24 gennaio) e anche la gara di ritorno in casa. Tra le seconde classificate, Busto ha poi pescato una delle più abbordabili, quello Schweriner che deve proprio avere un conto in sospeso con le italiane, se si considera che lo scorso anno la squadra teutonica venne eliminata dalla Champions per mano di Villa Cortese, mentre in questa stagione ha già fatto fuori Urbino. Anche l’eventuale successivo impegno della formazione di Carlo Parisi non è insormontabile, visto che la Yama si troverebbe di fronte nei playoff a 6 (5-14 febbraio) la vincente del derby di Baku tra Lokomotiv e Azerrail: avversarie da prendere con le molle, certo, ma se non altro si sono evitati squadroni del calibro di Rabita, Dinamo Kazan, Vakif ed Eczacibasi.

Proprio l’Eczacibasi Istanbul, invece, è toccata in sorte a Villa Cortese come ostica competitor nel primo turno dei playoff: anche qui non si tratta di una novità, dato che le due squadre si sono già affrontate nel girone iniziale della scorsa edizione della Champions. La formazione biancoblu giocherà la gara d’andata in casa, tra il 15 e il 17 gennaio, e il ritorno in Turchia la settimana successiva. La vincente andrà poi ad incontrare, in febbraio, la superstite del confronto tra Vakif Istanbul e Atom Sopot.
Infine la final four: la squadra uscita dalla parte inferiore del tabellone (quella dove si trova Busto) affronterà le padrone di casa del Galatasaray, a meno che tra le altre vincitrici dei quarti non ci sia una delle altre due squadre di Istanbul. Ultima annotazione: le finali si disputeranno sabato 9 e domenica 10 marzo, proprio nella data in cui è fissato il derby di campionato tra Unendo Yamamay e Asystel MC-Carnaghi. Per farlo saltare c’è solo un modo: arrivare in fondo alla Champions…

Playoff a 12
Andata 15-17 gennaio, ritorno 22-24 gennaio
RC Cannes (Francia)-Rabita Baku (Azerbaijan)
Dinamo Mosca (Russia)-Dinamo Kazan (Russia)
Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese (Italia)-Eczacibasi Vitra Istanbul (Turchia)
Atom Trefl Sopot (Polonia)-Vakifbank Istanbul (Turchia)
Schweriner SC (Germania)-Unendo Yamamay Busto Arsizio (Italia)
Azerrail Baku (Azerbaijan)-Lokomotiv Baku (Azerbaijan)

Playoff a 6
Andata 5-7 febbraio, ritorno 12-14 febbraio
Vincente Mosca/Kazan-Vincente Cannes/Baku
Vincente Sopot/Vakif-Vincente Villa/Eczacibasi
Vincente Schwerin/Busto-Vincente Azerrail/Lokomotiv

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.