Cade l’ultimo tabù, i regali per i bimbi si comprano usati

Un mercatino dell'usato a Varese ha spezzato il silenzio e creato un allestimento natalizio e il servizio di impacchettamento regali. "Ma, senza clamore, avviene da anni" spiegano altre realtà

In questi tempi di crisi anche l’ultimo tabù dei regali di Natale è caduto: per regalare qualcosa di significativo o utile risparmiando, non si disdegna più infatti di cercare al mercatino dell’usato, nemmeno quando i destinatari sono proprio i bambini.

Una tendenza che stava già diventando sempre più evidente, ma che a Varese è diventata eclatante con l’iniziativa messa in atto dal Baby Bazar di Varese, sede varesina di una rete di negozi dell’usato dedicata ai più piccoli. Il negozio di via Ledro ha infatti scavalcato i timori che l’etichetta di "mercatino dell’usato" pone – soprattutto su tutto quello che si può offrire ad altri  – e ha predisposto un allestimento natalizio dedicato ai giocattoli usati particolarmente in buono stato – perchè magari regalati doppi o lasciati in un angolo senza essere stati mai sfruttati veramente o magari mai usati veramente – ma non solo: ha predisposto un servizio di impacchettamento regali, la cassetta delle letterine di Babbo Natale e anche la possibilità di regalare "buoni regalo" nel loro negozio. Una normale iniziativa commerciale sotto Natale?
Sì, se non fosse per la caratteristica dei prodotti venduti, tutti rigorosamente usati: che per molto tempo hanno subito pregiudizi già per l’acquisto nell’uso comune ma che, caduti questi e riconosciuta una rilevanza ecologia a questa forma di riuso, si è pensato comunque fossero utilizzati fondamentalmente per uso personale.

E invece, la formula pare funzionare: «Eravamo scettiche: quando le colleghe di altri punti vendita ci hanno anticipato il "carico" di lavoro sotto Natale non ci abbiamo creduto più di tanto – spiega Elena Benac, che gestisce il negozio varesino – invece gli ultimi giorni sono stati un boom di vendite: non solo vestiti e attrezzature ma giochi, giochi, giochi e ancora giochi! La casetta di Babbo Natale che avevamo allestito ora è praticamente spoglia. I clienti prediligono i giocattoli ancora imballati e nuovi ma altri non disdegnano anche quelli inequivocabilmente usati. E si fanno fare i pacchetti».

Una situazione che non è affatto isolata, come conferma un altro negozio specializzato nella vendita di usato per bambini a Varese, Bubusette di piazza Sant’Evasio: «Sì, l’usato per Natale viene acquistato – spiegano dal negozio – Certo si preferisce riservarlo ai propri figli o nipoti piuttosto che presentarlo ai conoscenti verso i quali si tende comunque a cercare ancora il nuovo. Gli articoli maggiormente richiesti sono giocattoli e vestitini per Natale, che qui si possono trovare ovviamente a ottimi prezzi».

Che l’usato sia entrato nella logica dei regali di Natale è stato confermato anche da uno dei proprietari del negozio "storico" dell’usato a Varese,"Il Mercatino di Varese", che sta ad Avigno: «Da noi la gente compra i regali già da giugno, non ci sono problemi – spiega Nicoletta Martino – Noi però non facciamo cose particolari in negozio: ci limitiamo a riservare una zona con tutte le cose di natale, oggettini, decorazioni e altro di attinente. Vendiamo tanti cesti vuoti, per esempio, che poi la gente evidentemente riempie. Niente confezioni regalo e cose simili, però: siamo sempre un po’ "grezzi", che poi è sempre stato il bello dei mercatini». Una usanza valida fino ad oggi: ma ora sembra arrivato il tempo in cui i clienti utilizzano i mercatini dell’usato alla stregua di tutti gli alrti negozi, complice la crisi che non vuole finire.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.