Castellanza vince il derby con Cislago

Si decide al tie break l’emozionante sfida del PalaBorsani: seconda vittoria di fila per le neroverdi. In B1 continua la crisi di Gorla, la Yamamay è sola al secondo posto. Primo set vinto da Orago

Fari puntati ancora sulla B2 per il derby tra le due squadre varesine: lo vince Castellanza, che si risveglia dopo una pessima partenza e la spunta al tie break grazie a una scatenata Lucrezia Comini (nella foto). Il successo, secondo consecutivo, permette alle neroverdi di riguadagnare un piccolo margine sulle pericolanti. In B1 la Unendo Yamamay travolge le giovani della Foppapedretti e conquista addirittura il secondo posto solitario, grazie alla sconfitta di Albese nello scontro diretto con Monza. Continua la serie negativa di Villa Cortese e Orago, che però festeggia il primo set vinto in questa stagione; l’arrivo di Gervasoni in panchina non basta a risvegliare Gorla, che sul campo di Pinerolo incassa una secca sconfitta in tre set.

Banca Cherasco Bentley Pinerolo-Grima Gorla Maggiore 3-0 (25-20, 25-23, 25-18) – Piove sul bagnato per Gorla che, dopo Causevic e De Angelis, perde anche Garzonio (contrattura muscolare) e incassa la quinta sconfitta consecutiva. La Grima lotta alla pari con Pinerolo nel primo set, ma dal 16-14 le padrone di casa prendono un piccolo vantaggio (18-15) che consolidano sul 22-18 e portano fino al termine per il 25-20. Anche il secondo set parte malissimo per Gorla (6-2, 8-3, 18-14) ma sul 21-18 arriva la rimonta che porta le ospiti in vantaggio (21-22). Sul 23-23 però sono le piemontesi a trovare lo spunto per la chiusura. L’avvio di terzo set è letale per le varesine: subito 10-3. Pagnin e compagne provano un’altra rimonta, dal 10-3 e dal 14-6 rimontano fino al 18-18, ma Pinerolo si aggrappa al muro per chiudere 25-18. “Dobbiamo lavorare molto dal punto di vista fisico – dice Claudio Gervasoni – mentre sul piano tattico la squadra ha già dato risposte positive ad alcune mie indicazioni”.
GORLA: Pagnin, Cortellezzi, Fasoli, Moraghi, Massara, Casprini, Giorgianni (L), Accoto, Guarino. N.e. De Angelis. All. Gervasoni.

Unendo Yamamay Busto Arsizio-Vistalli Foppapedretti Piancogno 3-0 (25-21, 25-19, 25-16) – Questa volta nessuna distrazione per la Yamamay che vince e convince nella sfida con le giovani targate Foppa, conquistando un insperato secondo posto. La battuta è la chiave della partita (9 ace messi a segno) e nel primo set, dopo l’8-7 iniziale, proprio dai nove metri Taborelli piazza il break del 16-11. Piancogno recupera fino al 24-20 ma poi sbaglia il servizio con Melandri. Nel secondo parziale Busto si fa rimontare dal 10-6 all’11-11, poi la battuta di Piazza mette in croce la ricezione avversaria per il 21-13 e Degradi può chiudere. Dilaga la Yama nel terzo set: 6-2, 11-5, 16-10 fino al muro vincente di Degradi che mette fine all’incontro.
BUSTO: Prandi 2, Taborelli 8, Tonello 9, Piazza 7, Angelina 10, Degradi 13, Spirito (L), Varone. N.e. Ghezzi, M’Bra, Cialfi, Cornelli. All. Lucchini.

Asystel Carnaghi Villa Cortese-Lilliput Settimo 1-3 (25-21, 20-25, 11-25, 13-25) – Villa Cortese cala alla distanza come accaduto contro Chieri e alza bandiera bianca dopo due set positivi. Avvio da incubo per Settimo che sul primo punto della partita perde Biganzoli: infortunio al dito in uno scontro a muro con Danesi e immediato trasporto al pronto soccorso. Villa approfitta dello sbandamento in casa torinese e, appoggiandosi alla solita Sylla, chiude il set 25-21. Nel secondo set le biancoblu restano ancora in scia, ma è Settimo a portare a casa il parziale sul 20-25. La partita in pratica finisce lì: Bardelli alterna Garbarini e Redaelli nel ruolo di opposto, ma difesa e ricezione vanno in panne e terzo e quarto set sono a senso unico.
VILLA: Rosso 4, Garbarini 1, Danesi 9, Figini 4, Ferrara 7, Sylla 21, Bonvicini (L), Redaelli, Ruben. All. Bardelli.

Easy Volley Desio-Asystel Carnaghi Orago 3-1 (25-22, 18-25, 25-9, 25-13) – Si sblocca Orago, che vince un set per la prima volta in questa stagione ma poi si “dimentica” di giocare gli altri due. Buona partenza delle varesine (1-5) raggiunte però già sul 7-7 da Desio. Dopo un lungo punto a punto (10-9, 15-14) le padrone di casa si staccano sul 20-16 e volano 24-19; Orago annulla tre set point ma Desio chiude con un muro su Cane. Nel secondo set ancora un ottimo avvio ospite (3-9) cancellato dalla rimonta della squadra di Villa: 12-12. Stavolta però Orago resiste, dal 15-16 si porta 15-19 grazie alla battuta e al muro di Peonia, poi allunga 18-23 e chude con un ace di Napodano. Forse appagata, la squadra gialloblu si sfalda nel terzo set: dal 4-2 al 13-5 ed è notte fonda. Anche nel quarto Desio subito avanti 6-4 e 12-9, poi 18-11 fino al 25-13 conclusivo.
ORAGO: Di Maulo 2, Ulaj 8, Peonia 4, Piani 3, Napodano 18, Cane 5, Della Canonica (L), Stefani, Castiglioni (L). N.e. Guerini. All. Moscato.

Girone A – Risultati e classifica

B2 FEMMINILE – Il calendario regala al derby tra Gobbo Allestimenti Castellanza e Cistellum Cislago una cornice da ricordare: si gioca nel PalaBorsani in assetto “da Villa Cortese”, in attesa della sfida di serie A1 della serata. La partita, almeno in termini di emozioni e colpi di scena, è degna del contesto, e il 3-2 finale (17-25, 25-16, 25-9, 23-25, 15-7) dopo due ore di pallavolo regala altri punti preziosi alle castellanzesi, ancora senza Ballardini e Rossetti. Il primo set, però, è da incubo per le neroverdi: Cislago difende alla morte e mettere giù palla per le padrone di casa sembra impossibile. Mazzaro firma subito l’ace del 4-9, Elli allunga sul 9-16 e Girola firma il 15-22 prima del 17-25 finale (ace di Elli). Da segnalare l’esordio della giovane Milotta (palleggiatrice dell’Under 18). Il secondo set si apre allo stesso modo – 1-4 con muri di Elli e Girola – ma bastano pochi punti per cambiare tutto: Castellanza si riporta sotto sul 6-7 e sorpassa sull’11-10 grazie al turno di battuta di Bianchi. Dall’11-12 arriva addirittura un break di 9-0 (4 muri di Sala e Roncato) che decide il set: chiude Ferrario sul 25-16.

Nastasi inserisce Arcuri per Rimoldi, ma cambia di nuovo rotta dopo pochi punti del terzo set, con Castellanza già sul 6-2; è notte fonda per il Cistellum, che incassa il 13-4 di Ferrario e poi addirittura il 18-5. Dilagano le “streghe” fino al 25-9 di Bianchi. Finita? Neanche per sogno: nel quarto set la Gobbo Allestimenti prova a scappare sull’8-5 con Zingaro, ma quattro errori consecutivi consentono a Cislago di pareggiare sul 14-14. Nastasi inverte le due bande e getta nella mischia la giovanissima Alessia Mazzaro (classe ’98) per Girola e Cartabia, con un miracoloso recupero da terra, esalta le sue per il 16-18; due ace della stessa Cartabia valgono il break per il 18-22. Cislago trema (22-23) ma si procura due set point e chiude proprio con Alessia Mazzaro. Nel tie break è la stessa centrale a firmare l’ultimo sussulto delle cislaghesi (ace per il 4-4); poi sale in cattedra Comini, che con due attacchi e due muri su Cartabia sigla il 10-5. L’ace di Ferrario per il 12-6 chiude di fatto i conti e Sala mura Irene Mazzaro mettendo fine alla sfida.

“Finalmente siamo una squadra – commenta Silvia Sala – abbiamo compattato il gruppo e queste vittorie ci serviranno tanto. Grinta, rabbia e voglia di cambiare la partita hanno fatto la differenza”. Filippo Nastasi deluso dall’atteggiamento delle sue: “Questa squadra ha poca personalità. Dobbiamo ricordarci che il nostro obiettivo è la salvezza. Per come abbiamo giocato oggi, comunque, sono contento di aver portato a casa un punto”.

Girone A – Risultati e classifica

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.