Cattaneo: “Pedemontana rischia se non si vende la Serravalle”

L'ex-assessore regionale critica la scelta del presidente della Provincia di Milano dopo il flop della vendita delle quote della società di concessione autostradale e rinnova l'appello a banche e governo: "Autonomia solo per qualche mese"

Alla messa per Santa Barbara nel cantiere di Pedemontana a Solbiate Olona era presente anche l‘ex-assessore alle infrastrutture di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo. Davanti alla statua della santa che protegge i minatori, in questo momento di impasse economica dell’opera, probabilmente avrà chiesto di avere un occhio di riguardo per questa opera che comincia a soffrire le conseguenze di più crisi messe insieme. In primis c’è quella economica che si riflette sulle banche che non hanno ancora garantito il rinnovo del prestito ponte e sugli investitori privati, poi c’è quella politica con la disgregazione del consiglio regionale e la chiusura della Provincia di Milano e infine c’è quella finanziaria che non lascia intravedere, nel breve periodo, un ritorno agli investimenti da parte dei privati, con la conseguenza che la collocazione del pacchetto azionario di Serravalle è andato deserto al primo tentativo.

Galleria fotografica

Il cantiere di Pedemontana a Solbiate Olona 4 di 11

Proprio da questo punto parte la sua analisi sul futuro dell’opera: «La vendita di Serravalle avrebbe consentito di avere a che fare con degli investitori industriali certamente più in grado di far fronte agli aumenti di capitale nevessari per complementare Pedemontana, Tem, ecc. Il fatto che non ci siano stati a quelle condizioni rende più critico il reperimento di queste risorse che la Provincia è ancora in grado di sostenere per un certo periodo ma che in prospettiva non potrà garantire ad un investimento totale che supera il miliardo di euro. Certamente la Provincia dovrà continuare nel tentativo ma forse la gara è stata fatta con troppo ottimismo; pensare di vendere l’80% in una volta solo è un po’ troppo anche se Podestà dice che c’è grande interesse. Certo è che per opere di questa importanza l’incertezza non aiuta e non c’è dubbio che aver scelto strade non percorribile non è un elemento di aiuto».

Se non si tiene una velocità costante, sia nel ritmo lavorativo che in quello finanziario, il rischio è quello di perdere l’equilibrio: «Pedemontana è come la bicicletta, l’equilibrio è garantito dalla velocità -spiega con una metafora Cattaneo – Di per sè non preoccupa il fatto che Pedemontana non abbia oggi le condizioni che le garantiscono  un futuro fino alla conclusione dei lavori; ma è importante continuare ad avere le condizioni che le garantiscano il presente. Queste condizioni ci sono per i prossimi mesi ma affinchè continuino ad esserci bisogna che gli impegni condivisi qualche mese fa non vengano meno».

Quali siano questi impegni è presto detto anche se nessuno dei tre, da allora, è stato portato a termine: «Gli impegni sono l’aumento del capitale sociale di 120 milioni di euro (e questo dovrebbe riuscire a garantirlo la Provincia a prescindere dalla vendita di Serravalle, ndr), un rinnovo del prestito ponte da parte del sistema bancario e un aumento del contributo pubblico fino all’80%. Bisognerà che il ministero confermi la risposta positiva per il contributo pubblico e che la banche rinnovino il prestito che è scaduto. Al momento le banche hanno difficoltà a farlo».

Pedemontana rischia di soffrire il vuoto politico che si è creato ai vari livelli: «Serve, comunque, che la cabina di regia non venga mai meno, anche ora che non sono più assessore – conclude Cattaneo – Fino a quando il ruolo me lo ha permesso ho cercato di tenere tutto insieme, chi mi ha sostituito sta cercando di farlo pur non avendo tutto il background ma chi poi arriverà a governare le Lombardia cosa farà? Con la dismissione delle province cosa succederà? Per questo sarebbe meglio continuare il piano di dismissione delle proprietà pubbliche verso quella privata in modo di avere investitori che possano garantire continuità»


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il cantiere di Pedemontana a Solbiate Olona 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.