Cesca: “Varese non è la fine dell’Italia, ma la porta sull’EuropA»

Il Varese Convention Bureau si ripresenta, dopo il cambio radicale della dirigenza avvenuto alcuni mesi fa. Partendo dalle sinergie con le aziende che si presentano all'estero

varese convention bureauIl Varese Convention Bureau si ripresenta, dopo il cambio radicale della dirigenza avvenuto alcuni mesi fa, e lo fa presentandosi in un incontro pubblico:  «Vogliamo presentare le nostre attività – sottolinea Iljic Cesca, neo presidente di Varese Convention Bureau – Vogliamo dire che abbiamo ricominciato a muoverci, con una prospettiva triennale. Pensiamo infatti di intercettare innanzitutto l’Expo».

La strategia della nuova dirigenza parte da un assunto condiviso da tutti, anche dalle dirigenze del passato, ma difficile da mettere in pratica: «Per noi importante è fare rete – continua Cesca – Avendo ben in testa che la rete del turismo c’è già: perchè il turista, quando è turista, fa già tante cose utilizzando operatori diversi. Il lavoro nostro è coordinarli. Con un messaggio di fondo per tutti: Varese non è “in fondo all’Italia”, ma è la porta di ingresso all’Europa».

Tra le new entry del Varese Convention Bureau anche il suo direttore, Lisa Tondini, che ricorda che è già stato «Rivisto il sito internet, che ripartirà con il nuovo anno, ed è pertito un nuovo progetto di comunicazione sul turismo business con materiali nuovi, mentre continua il progetto sul cicloturismo».

Per il turismo business, che sta cambiando pelle quanto il turismo per diletto, Il Convention Bureau ha una idea speciale: «Stiamo facendo passi nuovi innanzitutto con le società che muovono turisti, da Sea alle società Ferroviarie – Spiega il neo vicepresidente Stefano Meloro – Vogliamo che il territorio torni ad essere punto di forza del turismo aziendale. Per questo stiamo dialogando inoltre con le grosse aziende e le squadre sportive per andare con loro alle fiere di settore per i loro campi. Così da propagandare, insieme al prodotto varesino, anche un territorio da visitare e raggiungere».

Una idea già messa in pratica sperimentalmente: «Siamo già andati alla Fiera del Ciclo e Motociclo di Colonia, portando un nostro stand e del materiale MV Agusta, conosciutissima, ovviamente, anche fuori Italia – . E le risposte sono state incoraggianti» Ora stanno già pensando a «Partecipare ad eventi sportivi e no di massa: pensiamo anche alll’Oktoberfest… E intanto stiamo raccogliendo le prenotazioni on line per i campionati senior di Cannottaggio, in attesa di monitorare quanto ritorno c’è da manifestazioni del genere».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.