Champions League: Villa al bivio, Busto sogna

Martedì si chiude la prima fase: la Unendo Yamamay, già qualificata, spera nel miracolo che varrebbe il primo posto. All'Asystel MC-Carnaghi serve ancora un punto, ma la neve ostacola la trasferta in Polonia

Per una volta i pronostici si sono rivelati azzeccati: la Unendo Yamamay arriva all’ultima giornata della prima fase di Champions League con la qualificazione già acquisita e accarezza persino il sogno di portare a casa il primo posto nel girone, mentre l’Asystel MC-Carnaghi, che sulla carta aveva l’impegno più difficile, si gioca tutto sul filo di lana in Polonia. La prima a scendere in campo è proprio Villa, alle 20 (differita su Sportitalia alle 21, visibile in diretta streaming su www.laola1.tv): alla squadra di Caprara serve assolutamente un punto per evitare l’eliminazione, perché in caso di arrivo in parità il Sopot sarebbe avvantaggiato dal miglior quoziente set. Resta l’ipotesi ripescaggio, visto che una delle prime classificate organizzerà la final four (in pole position Rabita e Lokomotiv Baku), ma non è per nulla scontato che 9 punti bastino per essere la migliore delle terze. Decisamente più rilassata la vigilia di Busto, che gioca in casa alle 20.30 contro la Dinamo Bucarest (diretta su Sportitalia 2): oltre a battere le rumene, ancora in corsa per un posto in Coppa CEV, le biancorosse devono sperare nel successo del Mulhouse sul Galatasaray per poter scavalcare la squadra turca in vetta al gruppo C, garantendosi un miglior sorteggio per la seconda fase. Difficile, ma in questa strana stagione i risultati a sorpresa non sono certo mancati…

QUI BUSTO – A sole 48 ore dalle emozioni del derby, le “farfalle” e il pubblico del PalaYamamay sono chiamati a uno sforzo supplementare: si torna sotto rete per una partita che per la squadra di casa potrebbe valere nulla o tantissimo, a seconda di quello che accadrà a Mulhouse. C’è di buono che in Francia il match tra le padrone di casa e il Galatasaray inizierà alle 19, e quindi la Unendo Yamamay potrebbe scendere in campo già consapevole della sua situazione in classifica: questo consentirà a Carlo Parisi di compiere in corsa gli opportuni aggiustamenti alla formazione. “Le nostre chance ce le siamo giocate a Istanbul – ammette il tecnico di Busto – ma non si sa mai cosa può accadere, il Galatasaray qualche passaggio a vuoto l’ha già avuto”. Il riferimento è all’impresa compiuta proprio dalla Dinamo, capace di battere le turche a domicilio. Il coach calabrese non esclude a priori, comunque, la possibilità di qualche cambio nella formazione iniziale: scalpita Pisani, quasi mai utilizzata quest’anno e accolta da un boato al suo ingresso in campo nel derby, mentre Caracuta, Brinker e soprattutto Lombardo hanno già dimostrato di essere pronte a offrire il loro contributo. Potrebbe essere lasciata a riposo Marcon, le cui condizioni continuano a non essere ottimali. Le rumene, d’altro canto, non sono le ultime arrivate, e lo si è visto già all’andata: il principale punto di forza della squadra di Kovacevic è la buona ricezione, che consente a Zburova di servire spesso e volentieri le due centrali Marcovici e Lupu, molto efficaci anche a muro. Più altalenante l’attacco, con Baciu e Stefan come principali terminali offensivi.

Unendo Yamamay Busto Arsizio-Dinamo Romprest Bucarest
Busto A.: 1 Faucette, 3 Lloyd, 4 Brinker, 6 Leonardi (L), 7 Marcon, 8 Bauer, 10 Kozuch, 11 Lombardo, 13 Arrighetti, 14 Caracuta, 17 Pisani, 18 Bisconti. All. Parisi.
Dinamo: 1 Constantin, 3 Stefan, 5 Marcovici, 6 Minca, 7 Smarandache, 8 Lupu, 9 Hood, 10 Baciu, 11 Carbuneanu, 12 Motroc, 13 Zburova, 14 Valachova (L). All. Kovacevic.
Arbitri: Kraft (Germania) e Szmydynski (Polonia).
Girone C: ASPTT Mulhouse-Galatasaray Daikin Istanbul mar 11/12 ore 19; Busto-Dinamo mar 11/12 ore 20.30. Classifica: Galatasaray 12; Busto 10; Dinamo 5; Mulhouse 3.

QUI VILLA – Trasferta davvero stregata per Villa Cortese nella fredda Polonia (-5 gradi a Danzica): per quasi tutta la giornata di lunedì l’Asystel MC-Carnaghi è rimasta bloccata nell’aeroporto di Monaco di Baviera da una bufera di neve, che ha causato la cancellazione del volo (per inciso, lo stesso era accaduto al Sopot in occasione della gara d’andata). La squadra biancoblu è stata quindi costretta a riprogrammare il viaggio verso Varsavia, raggiungendo poi Danzica in pullman a tarda notte. Un contrattempo che sembra confermare i peggiori timori del tecnico cortesino Gianni Caprara, che non aveva gradito affatto la collocazione del derby alla vigilia di una partita così importante. “Bisognerebbe tutelare un po’ di più le squadre italiane che giocano in Europa – aveva detto il coach nel dopopartita di domenica – molti campionati, come quello russo, in questo weekend si sono fermati, noi invece siamo dovuti scendere in campo a poche ore dalla partenza”. Come se non bastasse ci sono problemi di formazione per Villa: assai difficile il recupero di Veljkovic, tanto che in extremis è stata convocata la giovane Anna Danesi.
Ha giocato regolarmente, ma di sabato, l’Atom Sopot, a cui comunque non mancano i grattacapi: la scorsa settimana l’allenatore Jerzy Matlak, dopo una striscia di 6 vittorie consecutive, è stato clamorosamente esonerato e sostituito dal suo secondo Adam Grabowski. Un addio al veleno per l’anziano coach, che ha accusato la società di averlo fatto fuori per motivi disciplinari e minaccia addirittura di trascinare la dirigenza in tribunale; il licenziamento, infatti, è arrivato dopo che Matlak non aveva seguito la squadra in una lunga trasferta per motivi di salute. Anche nel nuovo assetto, comunque, la formazione in gonnella (non è una figura retorica, si tratta proprio della curiosa mise delle polacche…) ha continuato a vincere, battendo per 3-0 il Legionowo; attenzione all’australiana Rourke, micidiale nella gara d’andata, mentre la ricezione è senza dubbio il punto debole.

Atom Trefl Sopot- Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese
Sopot: 2 Zenik (L), 3 Coimbra, 4 Belcik, 5 Pykosz, 6 Podolec, 7 Shelukhina, 8 Wilk, 10 Kwiatkowska, 11 Lukasik, 12 Kuziak, 13 Acea Cabrera, 15 Rourke, 16 Kaczorowska. All. Grabowski.
Villa C.: 1 Malagurski, 2 Viganò, 3 Mojica, 4 Nomikou, 5 Klineman, 6 Danesi, 7 Folie, 9 Veljkovic, 12 Garzaro, 13 Barun, 14 Bosetti, 15 Parrocchiale (L), 17 Rondon. All. Caprara.
Arbitri: Cuk (Serbia) e Markov (Russia).
Girone B: Rabita Baku-Agel Prostejov mar 11/12 ore 14; Sopot-Villa mar 11/12 ore 20. Classifica: Rabita 15; Villa 9; Sopot 6; Prostejov 0.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.