Cimberio nella capitale per un mezzogiorno di fuoco

La capolista sfida domenica alle 12 (diretta SportItalia e La7D) l'Acea di Goss e Datome, il giocatore più in forma del campionato. Vitucci: "Ci servono elasticità mentale e la solita voglia di vincere"

Mentre il mondo del basket italiano continua in buona parte a discutere sull’euroscivolone di Milano, sulla crescita costante di Siena e sugli infortuni che condizionano Cantù – le tre squadre ritenute (e che si ritengono) favorite per giocarsi scudetto e coppa, la Cimberio si prepara alla quinta trasferta stagionale che la vedrà impegnata sul parquet di Roma.
La squadra di Vitucci arriva nella capitale con i gradi della capolista, una posizione consolidata da nove vittorie in nove partite che in casa Acea vogliono troncare di netto in quello che si preannuncia come un vero e proprio "mezzogiorno di fuoco".

IL GIORNO PIU’ CORTO – La partita si giocherà infatti alle 12 di domenica 2 dicembre, orario scelto per permettere la diretta tv su SportItalia e La7D e che ha costretto la Cimberio ad allenarsi a quell’ora sia venerdì sia sabato, a poche ore dalla partenza per Roma. «Onestamente a me è un orario che piace – spiega Vitucci un po’ in controtendenza – perché la giornata della partita è più breve, c’è minore attesa prima di arrivare sul parquet e soprattutto in trasferta permette di organizzarsi meglio. Però è anche un orari che mette un po’ di confusione tra i tifosi e ciò sicuramente non aiuta il movimento del nostro basket».

ATTENTI A QUEI DUE - Roma, complice le finanze ridotte, ha una squadra più corta rispetto al passato ma a quanto si è visto fino a qui ha operato con intelligenza sul mercato come ha sottolineato lo stesso Vitucci in sede di presentazione. Forse anche per questi motivi le prime partite hanno visto la (definitiva?) consacrazione di Gigi Datome «per il quale sono molto contento – dice l’allenatore varesino – perché è un ragazzo serio e un patrimonio per la nazionale italiana come si è visto anche la scorsa estate». L’ala sarda è leader della Serie A per valutazione davanti a Dunston (25 a 23,3), segna 19 punti a partita con un irreale 54% da tre punti (il compagno D’Ercole fa ancora meglio: 61%!!!) ed è infallibile in lunetta con 49-51 fino a oggi. «Su di lui ci sarà qualche accorgimento come è accaduto con Taylor di Reggio Emilia ma naturalmente dovremo considerare anzitutto l’impatto dell’intera squadra, non del singolo giocatore» è il piano partita biancorosso. Ma a Datome si aggiunge almeno un altro uomo da tenere sempre sott’occhio: si tratta dell’ex Cimberio Phil Goss che sta disputando un’ottima annata da "seconda punta" e del quale abbiamo già parlato nei giorni scorsi.

SFIDA ATLETICA – Inoltre è opinione comune che l’Acea sia una delle poche squadre italiane a poter competere con Varese sul piano dell’atletismo, avendo tra gli altri un pivot "salterino" come Lawal, brutto cliente per Dunston. «La potenza atletica è sicuramente una delle note che caratterizzeranno la partita – prosegue Vitucci – ma non la sola. Per questo chiedo alla mia squadra di avere l’elasticità mentale per capire velocemente dove potrebbe andare la partita; siamo quindi chiamati a fare un altro passo avanti e credo che lo potremmo compiere visto che ritengo questa Cimberio in grado di avere altri margini di miglioramento. Dovremo fare tesoro delle esperienze passate e avere quella voglia di vincere mostrata in tutte le precedenti occasioni perché Roma non farà sconti: battere la capolista fa piacere a tutti».
Varese volerà nella capitale al completo e senza particolari acciacchi: anche l’esame svolto venerdì sul ginocchio di Mike Green (quello infortunato a inizio stagione che talvolta infastidisce il playmaker) ha dato il via libera a un utilizzo regolare dell’americano. I precedenti parlano di un bilancio favorevole di pochissimo ai biancorossi – 33 vittorie a 31 - corroborato dai successi centrati a Roma nelle ultime due stagioni. E se è vero che non c’è il due senza il tre…

Acea Roma – Cimberio Varese

Roma: 5 Goss, 6 Jones, 7 Tambone, 8 Tonolli, 9 Gorrieri, 10 D’Ercole, 11 Dagunduro, 13 Datome, 21 Taylor, 31 Lawal, 33 Czyz, 44 Lorant. All. Calvani.
Varese: 5 Sakota, 6 Banks, 7 Rush, 8 Talts, 9 De Nicolao, 10 Green, 13 Ambrosini, 14 Balanzoni, 16 Bertoglio, 25 Ere, 33 Polonara, 42 Dunston. All. Vitucci.
Arbitri: Cicoria, Filippini, Ramilli.

Serie AProgramma e classifica

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.