Crisi alla “Franco Tosi”, a rischio le tredicesime

Il sindaco Centinaio esprime tutta la sua preoccupazione per i 500 operai a rischio. Anche il presidente del Consiglio Regionale Cecchetti esprime vicinanza ai lavoratori

Il sindaco di Legnano Alberto Centinaio esprime tutta la sua preoccupazione in merito alla vicenda della crisi della Franco Tosi: «La notizia che “Franco Tosi Meccanica Spa” ha messo in dubbio la possibilità di poter pagare le tredicesime alla scadenza stabilita contribuisce ad accrescere le preoccupazioni dell’intera città sul futuro dell’importante azienda legnanese. Da mesi l’Amministrazione comunale sta seguendo gli sviluppi di una crisi che rischia di compromettere il posto di lavoro di quasi 500 persone. Personalmente ho più volte incontrato i vertici aziendali e le rappresentanze sindacali e partecipato a un incontro al Ministero dello Sviluppo Economico.  E’ importante in questa fase che la città manifesti la piena solidarietà alla maestranze, come ha fatto recentemente il Consiglio Comunale votando all’unanimità un apposito ordine del giorno. Un passaggio delicato è fissato per lunedì prossimo a Roma: Comune di Legnano, Regione Lombardia, Direzione aziendale e Segreterie nazionali di FIM-CISL, FIOM-CGIL e UILM-UIL sono stati infatti convocati da Giampiero Castano, responsabile della Struttura di crisi d’impresa presso il Ministero dello Sviluppo Economico, per discutere la situazione di “Franco Tosi Meccanica Spa”. Io ci sarò e auspico che tutti i convocati accettino l’invito; in particolare è indispensabile la presenza dei rappresentanti della Direzione affinché manifestino concretamente le loro reali intenzioni sul futuro dell’azienda.  E’ mia intenzione convocare un Consiglio Comunale “aperto” nel prossimo mese di gennaio per coinvolgere ancora di più l’intera città nella lotta che le maestranze stanno facendo a difesa del loro posto di lavoro e del glorioso marchio aziendale». 

Il Presidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) esprime solidarietà ai lavoratori della Franco Tosi Meccanica di Legnano che questa mattina, a seguito dell’annuncio da parte dei vertici dell’azienda di alcune difficoltà nei pagamenti degli stipendi, hanno organizzato una manifestazione di protesta. «I dipendenti della Franco Tosi  si trovano da mesi in una condizione di incertezza dovuta ai debiti accumulati dall’azienda. Tale situazione mette in serio pericolo i posti di lavoro e, pertanto, deve essere affrontata e risolta al più presto.  Confido – conclude il Presidente Cecchetti – che negli incontri dei prossimi giorni fra le parti in causa si possa trovare una soluzione definitiva per rilanciare la storica azienda, fiore all’occhiello dell’industria metalmeccanica lombarda fin dal 1881, e mettere fine ad una situazione ormai insostenibile per i lavoratori e le loro famiglie».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.