Dal 9 dicembre nuovo orario dei treni

Alcune novità nel servizio regionale, a partire dall'attivazione della Saronno-Seregno, che costituisce anche un collegamento verso i poli universitari milanesi, Bicocca e Iulm

Il 9 dicembre entra in vigore il nuovo orario ferrovario: la novità più rilevante per la provincia di Varese è l’attivazione della Saronno-Seregno, che diventerà parte della linea S9 diretta a Milano e oltre (Albairate, alle porte di Abbiategrasso); saranno attivate 62 nuove corse – che garantiranno circa 21.700 posti in più – e allungate altre 84. Non è tutto, perché, grazie alle nuove potenzialità della Carta regionale dei servizi (Crs), i titoli integrati (treno più altro mezzo di trasporto) ‘Io viaggio’ (‘Ovunque in Lombardia’ e ‘Ovunque in Provincia’) e le diverse tipologie di abbonamento di Trenord (annuali, mensili e settimanali) potranno essere caricati direttamente sulla carta telematica. Le novità sono state presentate stamani a Palazzo Lombardia, in una conferenza stampa, dal presidente Roberto Formigoni, affiancato dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Andrea Gilardoni e dall’amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz.

Da domenica prossima tornerà a funzionare la Saronno-Seregno, la ‘Pedemontana ferroviaria’. Un collegamento di 15,2 km, realizzato in meno di tre anni (23 gennaio 2010/novembre 2012), che prolunga la linea S9, che attualmente collega Albairate a Seregno attraverso Milano (dove serve anche la stazione Milano Greco, vicino all’Università Bicocca, e Milano Romolo, vicino allo Iulm) e Monza. L’opera, costata 75,5 milioni di euro, consentirà di evitare l’attraversamento del nodo ferroviario di Milano, di decongestionare il traffico sul capoluogo e di favorire la mobilità dei pendolari in direzione est-ovest. 
fortemente impegnata nel miglioramento del servizio ferroviario.
«Rivolgiamo la nostra massima attenzione ai pendolari – assicura l’assessore alla mobilità Andrea Gilardoni – potenziando l’offerta e i servizi dal punto di vista non solo quantitativo (più corse e più prolungamenti), ma anche qualitativo (investimenti significativi per rinnovo materiale rotabile), senza dimenticare che i 15 km di nuova linea ferroviaria suburbana della Saronno-Seregno renderanno la mobilità sempre più sostenibile». Saranno 68 le corse giornaliere sulla S9, festivi compresi, 34 per direzione, con un treno ogni mezz’ora, dalle 6 della mattina alle 23, con 21 fermate e con interscambi con le linee metropolitane (M1 a Sesto F.S.; M2 a Lambrate F.S. e Romolo; M3 a Corso Lodi), che renderanno anche più facili i collegamenti con i principali poli universitari milanesi. I treni saranno a 6 carrozze per totali 481 posti, il tragitto durerà 22 minuti (19 in meno rispetto allo stesso fatto in auto) e il biglietto costerà 2 euro e 10 centesimi.

Le altre novità riguardano: 62 nuove corse (43 sulla S1 Lodi-Milano, 6 sulla S13 Pavia-Milano, 5 sulla Bellinzona-Milano, 6 sulla S9 Milano-Albairate, 2 sulla Pavia-Vercelli); nuovi orari serali sulla Milano-Saronno e sulla Milano-Seregno; miglior cadenzamento delle linee Mortara-Milano e
Mortara-Novara-Alessandria; miglior servizio festivo sulle linee secondarie Pavia-Vercelli e
Pavia-Codogno; 6 nuovi collegamenti da e per Alessandria (in soccorso del Piemonte che ha tagliato).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.