Defibrillatori in farmacia per i comuni decentrati

L'Areu, agenzia regionale, consegnerà le apparecchiature e formerà farmacista e sindaco dei comuni di Ponte Tresa, Castelveccana, Brusimpiano e Maccagno

Defibrillatori semiautomatici saranno dislocati in alcune farmacie rurali della regione, scelte in accordo con Federfarma tra quelle collocate in luoghi più difficilmente raggiungibili dai mezzi di soccorso. 

Per utilizzare in modo adeguato i DAE, e contribuire a salvare vite umane, servono persone preparate; da qui il progetto dell’Agenzia regionale dell’Emergenza/Urgenza, che prevede la formazione gratuita del farmacista e,  se richiesto, anche del sindaco e di altre tre persone del Comune di appartenenza della farmacia stessa.
 
In provincia di Varese, il defibrillatore semiautomatico saràinstallato nella farmacia di Ponte Tresa del dottor Luigi Zocchi, in via Malcotti che serve anche il comune di Cadegliano Viconago, a Catelveccana dal dottor Enrico Minocci in via Marconi, a Brusimpiano nella farmacia "Del Lago" in viale Repubblica a cui fa riferimento anche la popolazione di Marzio e a Maccagno, dalla dottoressa Bettina Mirabile in via Garibaldi che serve anche i comuni di Pino e Veddasca. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.