Di Stefano: “In Lombardia la governance mondiale dell’Acqua”

Il candidato alle primarie del centrosinistra per la Regione Lombardia sostiene la proposta Prodi: «Abbiamo tutti i titoli per farlo»

«Portare la sede dell’Autorità mondiale dell’acqua in Lombardia è uno degli obiettivi che perseguirei con forza qualora fossi Presidente, come anche auspicato da Romano Prodi. Spero che dalla prima Conferenza su regolazione idrica, in corso oggi a Milano, esca un’indicazione chiara in tal senso».
Lo dichiara Andrea Di Stefano, candidato presidente alla Regione alle primarie del centrosinistra, presente all’incontro sul futuro dei servizi idrici in corso a via Corridoni. «La mia posizione – continua il direttore di Valori – è il riconoscimento a quanti, e sono stati tanti, si sono espressi nel referendum “Acqua Bene Comune” di un anno fa».
La proposta di Di Stefano è uno stimolo anche per l’Expo, perché è il contesto adatto per conoscere e rispettare il tema dell’accessibilità dell’acqua come uno dei diritti primari dell’umanità.
«Milano e la Lombardia -conclude Di Stefano –  anche per la loro grandissima storia di fiumi, canali, irrigazioni, possono a pieno titolo candidarsi a sede di una governante mondiale dell’acqua. Spero vivamente che la proposta fatta da Prodi venga accolta e portata avanti dal prossimo governo della Regione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.