È stato un novembre caldo e piovoso

Il report del Centro Geofisico Prealpino racconta di un mese meno caldo solo di quelli del 2002 e del 2006. Abbondanti anche le precipitazioni

Novembre 2012 è stato il terzo più caldo misurato a Varese dal 1967 dopo il 2002 e il 2006. Al tepore del mese hanno contribuito le intense correnti sciroccali che hanno portato piogge abbondanti nei giorni 27 e 28. Proprio queste ultime piogge hanno compensato il deficit idrico accumulato nel 2012 riportando in pareggio il totale delle piogge dell’anno meteorologico 2012 (terminato il 30 novembre) che ammontano a 1558 mm. Con 335 mm, il novembre 2012 risulta anche il terzo più piovoso dopo il 2002 (669mm) e il 2000 (447mm).

Il mese inizia con le ultime piogge di una perturbazione che si allontana verso Est, seguita da una giornata variabile. Il giorno 3 si avvicina una nuova perturbazione atlantica alimentata da correnti miti da SW in quota che provocano abbondanti piogge per sbarramento il giorno 4 (39mm/24h a Varese). Il limite della neve si trova oltre 2000 m.
La perturbazione è seguita da leggero vento da N che introduce l’anticiclone delle Azzorre sull’Europa occidentale. Tempo stabile e soleggiato dal giorno 5 al giorno 8.
Una nuova saccatura depressionaria discende sulla Spagna il giorno 9 con transito di nubi alte sulla Lombardia. Il minimo di pressione avanza verso l’Italia con forti correnti da SW e ancora piogge da sbarramento il giorno 10 (51 mm/24h a Varese) e il giorno 11 (alluvione a Grosseto). Il miglioramento dei giorni successivi dipende dalla discesa del minimo depressionario verso l’Algeria che pero’ mantiene correnti umide e miti verso la conca padana per alcuni giorni favorendo la formazione di nebbie ed estese nubi basse nei giorni dal 13 al 17. Sole sulle Alpi.
Dal 18 al 24 la formazione di un corridoio di alte pressioni tra Russia ed Atlantico impedisce l’avanzata delle perturbazioni. Il tempo resta mite e variamente nuvoloso ma senza piogge. Il giorno 25 arriva la perturbazione più attiva del mese, ancora alimentata da correnti umide sciroccali. Le piogge iniziano il giorno 26 e raggiungono la massima intensità nella notte tra 27 e 28, per terminare nella mattinata del 29 (a Varese in tutto 198 mm). Le nevicate sono abbondanti sopra i 1500 metri e a Campo dei Fiori arriva solo una spruzzata alla fine delle piogge. Il livello del lago Maggiore si innalza solo di 40 cm mentre l’Olona raggiunge i 230 cm di altezza a Solbiate con qualche esondazione nei cantieri di Pedemontana. Dopo il transito della perturbazione, inizia a scendere aria più fresca dal N-Europa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.