Enpa: “Il 2012 un anno di grande lavoro”

Il resoconto integrale di Enpa Saronno durante l’anno che si sta per concludere, tra iniziative, adozioni e intense opere di tutti i volontari

E’ stato un anno d’intenso lavoro, difficilissimo sul piano economico, che ha visto tutti i volontari impegnati su più fronti. Alle numerose occasioni d’incontro con la città, le persone e i bambini – come La Pasqua degli Animali presso la FOCRIS, la Festa del Cane Fantasia nella meravigliosa Parco del Lura, la Giornata Mondiale degli Animali in Corso Italia, le lezioni Enpa presso il Liceo Scientifico GB Grassi a Saronno, la collaborazione nata con altre realtà associative del nostro territorio che è valsa la vittoria di un importante bando del CESVOV nel 2012… – si è affiancato l’impegno di protezione e salvataggio degli animali.

 

Tra i tantissimi interventi quotidiani vogliamo menzionare quelli più importanti.

Ricordiamo il complicato caso del cane Thunder, condannato alla soppressione da una discutibile perizia del Tribunale di Milano, Thunder è stato protagonista di una lunga battaglia legale condotta da Enpa Saronno conclusasi positivamente con la revoca del decreto e l’avvio del bravo Thunder a un percorso di educazione utile a garantirgli un affido serio e responsabile. Questo grande risultato è frutto della dedizione della volontaria Avv.Elena Giardina e dell’ottimo sostegno professionale della Dott.ssa Emmanuela Diana che ha seguito il caso di Thunder, coadiuvando nell’analisi comportamentale del cane, il veterinario nominato dal medesimo Tribunale per una seconda e più approfondita perizia.

Ricordiamo l’accoglienza offerta a persone che trovatesi senza lavoro e senza casa, si sono rivolti a noi per dare un rifugio provvisorio ai propri amati quattrozampe e che per ripagarci si sono impegnate in attività operative importanti per la gestione ordinaria della nostra associazione.

Infine, ai numerosi animali cui abbiamo prestato cure e sostegno, aggiungiamo la recente vicenda di LALLA la cagnolina paralizzata che ha visto la Croce Rossa Italiana ed Enpa Saronno impegnate in una gara di solidarietà e di raccolta fondi, volta a garantire l’intervento chirurgico e la restituzione della piccola eroina alla sua famiglia di origine. Una famiglia di pensionati malati e in difficili condizioni economiche.

 

2012 L’attività in cifre!!!

Alla sede di Enpa Saronno sono giunte dal 1 Gennaio 2012 al 30 Novembre 2012, 791 telefonate cui hanno risposto i volontari preposti alla consulenza telefonica. La maggior parte dei contatti telefonici riguardano problemi inerenti animali vaganti, smarriti o dei quali i proprietari non vogliono purtroppo più occuparsi. Ben 220 chiamate riguardano gatti, così ripartite per tipologia di richiesta: 18 riferite a segnalazione di nuove colonie da censire nel territorio comunale e nei comuni limitrofi, 12 chiamate di soccorso, 35 di adozione, 72 richieste di ritiro e/o cessione, 30 segnalazioni di smarrimento di cui 8 ritrovati e riconsegnati ai legittimi proprietari, 22 chiamate di informazioni veterinarie, 31 di richieste per sterilizzazioni convenzionate con Enpa.

 

Le chiamate riferite ai cani si attestano a XXX unità, ripartite per tipologia come segue: 37 segnalazioni di smarrimento senza ritrovamento dell’animale (perchè privi del microchip che ne garantisce la tracciabilità) e quindi condotti presso i canili convenzionati; 32 segnalazioni di smarrimento cui è corrisposto il ritrovamento e la riconsegna al proprietario grazie anche al lavoro dei volontari che hanno dato segnalazione alle autorità competenti e hanno incrociato i dati degli smarrimenti con quelli dei ritrovamenti); 31 richieste di informazioni veterinarie varie, 29 chiamate per informazioni sulla convenzione Enpa/veterinari a riguardo della sterilizzazione; 35 sono state le segnalazioni di maltrattamento per le quali ENPA Saronno in collaborazione con il Corpo di Guardie Zoofile Enpa e le autorità locali, ha provveduto a fare verifiche e interventi; 26 sono state le richieste di ritiro/cessione di cani di proprietà per le quali ENPA si è presa impegno a trovare nuova collocazione in famiglia; 42 sono state le richieste di adozione per le quali ENPA ha vagliato l’idoneità delle famiglie proponenti; per le consulente legali le richieste giunte in segreteria sono state 12.

 

Le restanti 337 chiamate ricevute hanno riguardato anche altri animali – agnelli, conigli, lepri, cavie e criceti, merli, corvidi, tartarughe, cavalli, ricci, pappagalli, volpi, pipistrelli, piccioni e colombe – che sono stati soccorsi e conferiti presso centri specializzati per il loro recupero. A queste chiamate si aggiungono quelle di richiesta per svolgere attività di volontariato, per regalare materiali utili all’attività con gli animali, iscrizioni in qualità di soci della sezione. presso l’associazione o per iscriversi in qualità di soci.

 

Ai contatti telefonici si aggiungono quelli arrivati attraverso il sito www.enpasaronno.it. Alla casella di posta elettronica sono arrivate 399 mail ripartibili su richieste di vario tipo: dalle richieste di adozione, alle segnalazioni di maltrattamento; dalla richiesta di informazioni per svolgere volontariato presso la nostra sede  e nei canili convenzionati, alla richiesta di ritiro di animali vaganti o di proprietà.

 

Intensa, infine, anche l’attività su Facebook dove Enpa Saronno ha aperto due profili, rispettivamente frequentati da 1181 fan (Enpa Saronno) e 1010 fan (E.N.P.A. Sez. Saronno). Un ottimo canale di contatto e di comunicazione che Enpa Saronno impiega per promuovere adozioni e iniziative a favore degli animali.

 

Adozioni cani 2012: quota 60

Le adozioni per l’anno 2012 (dati al 30 Novembre 2012) si sono chiuse con un numero di affidi di 60 cani di cui 26 maschi adulti e 34 femmine, di cui 13 cuccioli. I cani usciti dai vari canili presso cui Enpa Saronno presta la sua attività di volontariato in accordo con i Comuni convenzionati sono stati 34. Aumentano gli animali ceduti per sopravvenuti problemi economici e che tramite Enpa Saronno hanno trovato nuova dimora (26), provvedendo al disbrigo di tutte le pratiche di passaggio di proprietà. Tutti i neoaffidatari hanno provveduto a siglare impegno vincolante, a condizioni agevolate Enpa, per la sterilizzazione obbligatoria dell’animale adottato qualora non lo fosse all’atto del ritiro (vedi cuccioli).

 

Adozioni gatti: quota 72

Le richieste sfociate in un affido sono state 72 (dati al 30 Novembre 2012) di cui 43 femmine e 29 maschi. Dei 72 soggetti, 45 sono stati cuccioli, mentre 27 riguardano gatti adulti giunti in Enpa perchè abbandonati, ceduti, malati o scampati a incidenti. Nel corso dell’anno solo 2 gatti sono rientrati presso Enpa per incompatibilità con gli altri animali dei neoadottanti e nuovamente riaffidati.

 

Da Enpa Saronno sono transitati complessivamente 94 gatti, di cui 15 deceduti per le pessime condizioni di salute al momento del ritrovamento (soprattutto cuccioli con forme virali gravi). Tutti i gatti in ingresso sono stati sottoposti a cure, esami FIV e FELV, trattamento antiparassitario, sterilizzazione (ove possibile), vaccinazioni. Dalla sede, inoltre, sono transitati anche 32 gatti di colonie censite per le fasi pre e post operatorie da sterilizzazione prima del rilascio nelle colonie di provenienza, come da accordo con il piano di controllo demografico ASL provinciale per la quale Enpa Saronno è referente territoriale.

 

Gestione Colonie Feline e sterilizzazioni

E’ proseguita anche nel 2012 la collaborazione tra Enpa Saronno e l’ASL Provinciale sul Progetto di sterilizzazione delle colonie feline. Quest’anno sono stati sterilizzati 35 gatti presso gli ambulatori privati convenzionati con l’ASL Provinciale.

 

Complessivamente le sterilizzazioni seguite da Enpa ammontano a 51 (con convenzione Enpa) e 35 con ASL Provinciale per un totale di 86 animali sterilizzati.

 

Enpa Saronno, infine, per assicurare un sostegno alle colonie regolarmente censite (ben 38 solo su Saronno) è ricorsa a diverse forme di raccolta delle risorse alimentari. Ha organizzato 3 raccolte alimentari  presso i supermercati del territorio, raccogliendo il corrispettivo di circa 3.500 euro di merce mista, cui si è aggiunta la donazione di una importante casa produttrice di mangimi animali, con il recupero di 10 bancali. A questi prodotti si sono aggiunti acquisti del valore complessivo di altri 1200,00 euro, destinati a gatti cuccioli o con particolari patologie. Nonostante la generosità e il controllo serrato dei conti, la crisi ha costretto l’associazione a ridurre i quantitativi erogati alle ‘gattare’ che con straordinaria dedizione e grandi sacrifici continuano a occuparsi dei felini in libertà. Per contro, ove possibile, le cure e gli interventi veterinari sono stati assicurati.

 

Spese veterinarie sostenute 2012

Non da meno in termini di spesa la voce ‘Veterinari’. Moltissima parte dei fondi raccolti con le attività promozionali della Sezione, infatti, (vedi banchi raccolta fondi, feste, incontri, conferenze) è stata destinata alla cura degli animali. La spesa sostenuta complessivamente (dato al 30 Novembre 2012) da Enpa Saronno è di circa 7.000,00 (contro i 10.620 euro del 2011, una contrazione di 3.620 euro determinata sia da un minor numero di casi clinici, sia da un controllo maggiore delle spese) cui si aggiungono i medicinali per un costo complessivo di circa 2.758,06 (contro i 3.609,00 del 2011) comprendendo antiparassitari, medicamenti, medicinali, antidolorifici, prodotti per l’igiene,

 

Spese di mantenimento cani presso pensioni private

In carico alla sezione risultano attualmente 8 cani, tolti dai canili o da situazioni difficili perchè in difficoltà, per la necessità di cure veterinarie o per recupero comportamentale. Il costo complessivo sostenuto per dare assistenza e riparo agli animali sono di circa 1.000 euro mensili.

 

Conclusioni

Un anno, il 2012, durissimo e segnato da una forte recessione economica che è andata a incidere sulla ‘disponibilità’ economica delle famiglie. Sono infatti calate le donazioni di almeno il 20-25% rispetto l’anno passato e con questi dati sono inevitabilmente aumentate le difficoltà per ENPA di mantenere alto il livello dei ‘servizi’ offerti agli animali bisognosi. Basti sapere che il bilancio provvisorio del 2012 chiude con entrate di 35.000,00 euro, mentre l’anno passato erano di 41.207,00. “Nulla è loro mancato, ma abbiamo davvero dovuto stringere la cinghia e aumentare gli sforzi di autofinanziamento inventandoci iniziative, sottoponendo i pochi volontari a un surplus di lavoro davvero pesante. Ci auguriamo in un andamento più positivo per l’anno a venire. Diversamente saremo costretti a tagliare ulteriormente le spese”. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.