Fine del mondo? Ecco il calendario dell’avvento apocalittico

La rivista online di cinema “Cinequanon” propone una singolare iniziativa: fino al 21 dicembre, giorno della fine secondo profezia maya, sarà presentato un film catastrofico al giorno

Un calendario dell’avvento dedicato alla fine del mondo. È la singolare e simpatica idea “catartica” messa in piedi dal sito online di cinema “Cinequanon”, storica rivista varesina recentemente passata a intenet. Il calendario speciale ha come termine non il 25 dicembre, bensì il 21, data in cui, secondo la profezia Maya, ci sarà la fine del mondo. E come affrontare al meglio questo conto alla rovescia? Naturalmente con una carrellata di film “apocalittici”, uno al giorno, che saranno presentati sul sito, con recensioni tra ironie e timori. Il tutto è partito l’8 dicembre e sono già stati presentati Fahrenheit 451, The Road e Wall-E, e molti altri sono in arrivo. 14 film in 14 giorni… di lunga attesa.

«Far finta di niente equivarrebbe ad un gesto scaramantico – si legge nell’ironico editoriale di presentazione firmato da Alessandro Leone –. La rimozione del terrificante annuncio si adatta alla sopravvivenza negli ultimi giorni prima della catastrofe. Lo dimostrerebbero i silenzi dei media, mentre i governi scricchiolano e i politici di tutto il mondo hanno stipulato contratti miliardari con i cantieri navali, che segretamente hanno accelerato negli ultimi anni la produzione di sommergibili. E’ tutto vero: basterebbe fare una ricerca in rete. Yacht di lusso destinati a pochi e provvisti di ogni bendidio, marmi di Carrara nei bagni, rifiniture in foglia oro in salotti-gioco per adulti, letti ad acqua e champagne a fiumi. Avere un nome in cucina è garanzia di salvezza».


«La beffa peggiore sarà la diretta con i sommergibili di tutto il mondo, mentre la terra sotto i piedi si sgretolerà ingoiando le nostre Tv, i nostri divani, i nostri pop-corn, tutta la nostra eccitazione. Finalmente la noia sarà vinta – prosegue l’editoriale -. E per qualcuno rimarrà impressionata sulla retina, come in Quattro mosche di velluto grigio, l’ultima slide di Cinequanon: la casella del giorno 21-12-2012 dello specialissimo Calendario dell’Avvento Apocalittico, estremo esorcismo della rivista, acquasanta su questa Regan planetaria che vomita orrori impronunciabili per vie digitali, nella speranza che la catastrofe sia chirurgica nel colpire sotto il livello del mare, e nella consapevolezza che se funzionerà nessuno ringrazierà la Redazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.