Flavio Vanetti racconta la mappa degli alieni

Il giornalista varesino del "Corriere" ha scritto con due colleghi "Turisti per Ufo", guida che segnala le 51 località mondiali da visitare per gli appassionati del settore. E per chi vuole approfondire l'argomento

Le recenti parole del premier russo Medvedev, pur pronunciate in un contesto scherzoso, hanno riportato anche tra il grande pubblico i misteri legati agli UFO. Un tema che incuriosisce (o preoccupa, o alletta… a seconda dei punti di vista) sempre e che coinvolge decine di migliaia di appassionati anche in Italia. Se siete uno di questi, o se ne conoscete, è d’obbligo munirsi di un manuale davvero speciale che ha tra i tre autori anche una firma varesina. Si tratta di Flavio Vanetti, inviato per la redazione sportiva del Corriere della Sera che con Sara Caffulli e Ottavio Daviddi (quest’ultimo redattore di Tuttosport) ha realizzato “Turisti per UFO”, una guida già ribattezzata “la Lonely Planet degli alieni”.

Il volume, pubblicato da Bradipo Libri, è infatti una vera e propria guida turistica che riporta i 51 luoghi a grande interesse alieno da visitare nel mondo. Il numero 51 non è scelto a caso e fa naturalmente riferimento alla famosa “Area 51”, base dell’aeronautica USA nel deserto del Nevada attorno alla quale aleggia tuttora un alone di mistero per quanto vi è contenuto. Ma naturalmente non ci sono solo gli Stati Uniti che pure presentano altri luoghi culto per gli ufologi a partire da Roswell. “Turisti per UFO” è infatti suddivisa per continenti e già da questa classificazione si vede come gli extraterrestri abbiano visitato un po’ tutto il nostro pianeta.
Non mancano ovviamente alcune zone d’Italia dove nel corso degli anni sono stati segnalati avvistamenti o episodi legati agli alieni: si va da Canneto di Caronia in Sicilia, località famosa per i fenomeni di autocombustione, a Firenze dove alcuni dischi volanti interruppero per qualche minuto carico di stupore l’amichevole tra Fiorentina e Pistoiese (1954). E ancora Torriglia in Liguria, paese del metronotte Fortunato Zanfretta che fu più volte rapito tra il ’78 e l’81 da umanoidi alti oltre tre metri; infine il Monte Musiné, all’imbocco della Val Susa attorno al quale non mancano le segnalazioni di oggetti volanti non identificati.
La particolarità della guida sta nella completezza di informazioni per chi vuole compiere qualche tour nei luoghi cari agli alieni: i tre autori infatti per ogni capitolo indicano come arrivare, dove dormire e cosa visitare oltre ad aggiungere curiosità, fotografie e ritagli di giornale che testimoniano i legami con gli UFO. Un lavoro comunque rigoroso, che snocciola anche diverse nozioni utili a chi non si è mai informato su questo mondo e che evita di segnalare quelle che sono bufale riconosciute. Non una Bibbia per fanatici ma un libro interessante anche per gli scettici o per chi vuole approfondire la materia.
Un volumetto di oltre 300 pagine (18 euro) che però non termina con la quarta di copertina: proprio Vanetti è infatti l’animatore del blog Mistero bUFO (voto 10 al titolo!) ospitato dalle pagine web del Corriere che è ormai diventato un punto di riferimento per molti appassionati e curiosi. E magari anche per qualche alieno che si è ormai integrato tra noi sotto mentite spoglie.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.