I ciclisti: “Stop al sangue sulle strade, mettiamo i 30 all’ora”

Dopo gli ultimi episodi le richieste degli attivisti: "Basta morti sulle strade, gli amministratori locali si muovano"

Riceviamo e pubblichiamo la nota Fiab Ciclocittà Varese Fiab Ciclocittà Saronno Fiab Amicinbici Cardano al Campo

incidente fotoDopo gli ultimi due gravissimi episodi, le associazioni dei ciclisti urbani della provincia di Varese chiedono impegni concreti alle Amministrazioni locali
Due vittime di incidenti mortali sulle strade della nostra provincia nell’ultima settimana, a Gallarate e Sumirago, che si aggiungono alla striscia di sangue di questi anni.
Gli amministratori e gli enti proprietari delle strade devono assumersi la responsabilità di far cessare questa mattanza, smettendola innanzitutto di pensare che la mobilità delle persone sia principalmente quella in automobile e pertanto che tutte le politiche debbano essere volte ad assecondare il traffico motorizzato, anche a scapito di chi usa il mezzo di trasporto più leggero e meno invadente come la bicicletta. 
Chiediamo con forza alle Amministrazioni di dare attuazione alle zone a 30 all’ora, promuovere interventi di moderazione del traffico e aumentare controlli e sanzioni per gli automobilisti indisciplinati.

Fiab Ciclocittà Varese Fiab Ciclocittà Saronno Fiab Amicinbici Cardano al Campo

Gli incidenti di questi giorni:

Vergiate – Uomo muore travolto da un’auto


- Gallarate – Travolta in bici, muore una donna in via Carlo Noè

Sumirago – Quarantenne trovato morto sul ciglio della strada


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.