I treni sono rimasti senza macchinisti

I ritardi diffusi sono legati ad un problema al sistema informatico di "programmazione e gestione dei turni del personale". Il rientro alla normalità potrebbe richiedere tempo, fino a domani

Dopo la mattina di ritardi generalizzati sulla rete, Trenord informa che il problema è legato al sistema informatico di gestione dei turni del personale e che il ritorno alla normalità richiederà del tempo. Ritardi e soppressioni si sono verificati già dalla serata di domenica: «La causa – spiega Giuseppe Biesuz, amministratore delegato Trenord, intervenendo all’inaugurazione della nuova linea Saronno Seregno – è stata individuata nel malfunzionamento del nuovo sistema informatizzato di programmazione e gestione dei turni del personale, entrato in funzione proprio ieri, in concomitanza con l’entrata in vigore del nuovo orario invernale, che prevede l’introduzione di circa 140 tra nuove corse e prolungamenti di linea e della nuova turnazione introdotta con il contratto aziendale» introdotto dallo scorso primo dicembre.

Il sistema è particolarmente complesso, Trenord impiega 2600 persone dipendenti dai diversi depositi di Lombardia. I tecnici informatici dell’azienda sono al lavoro ininterrottamente da ieri sera e – spiegano ancora da Trenord – si conta che il ripristino della normalità sia completato nella giornata di domani (i turni di treni e personale sono "strutturati" sull’intera giornata).

I ritardi maggiori si sono avuti sulle linee di Varese, Como, Monza, S1 Saronno-Lodi. Biesuz ha infine annunciato che domani sono state convocate tutte le rappresentanze sindacali per l’analisi della situazione e per l’adozione degli opportuni provvedimenti. I problemi nella gestione dei turni sono di natura tecnica, non sarebbero legati in alcun modo a contestazioni del personale. Una contestazione specifica – ma che non ha influito sulla circolazione – è stata fatta invece all’inaugurazione della Saronno-Seregno dai macchinisti del sindacato autonomo Orsa, l’unica sigla che non ha sottoscritto il nuovo contratto Trenord, che sostituisce i precedenti contratti Trenitalia e Le Nord.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.