IdV: “Anche noi a sostegno di Ingroia”

Anche i vertici dei dipietristi della zona intorno a Malpensa guardano al progetto di Rivoluzione Civile

Riceviamo e pubblichiamo

L’Italia dei Valori manifesta soddisfazione per l’impegno politico di Antonio Ingroia che, rompendo ogni indugio, ha accolto la pressante sollecitazione a porsi a capo di Rivoluzione Civile, aggregazione di forze politiche, civiche e sociali che hanno fatto opposizione in Parlamento e nel Paese alle politiche liberiste, inique e depressive del governo Berlusconi e del governo Monti. L’Italia dei Valori di zona è convinta che da questa crisi, che stanno pagando a caro prezzo soprattutto il ceto medio, le fasce deboli e i giovani,si può uscire solo ponendo come elementi prioritari del prossimo Governo i diritti civili e dei lavoratori, l’equità ,non ci può essere ripresa possibile per il nostro Paese se non si decide, una volta per tutte, che lo Stato deve riacquistare credibilità e controllo dei territori. Va quindi condotta una battaglia senza se e senza ma alle mafie, alla corruzione, alle connivenze, all’illegalità diffusa. Necessitano, pertanto, uomini dalla schiena dritta e senza scheletri negli armadi. E la storia di Antonio Ingroia è, in tal senso, una garanzia e un esempio da seguire per le migliori espressioni del volontariato, dell’impegno militante antimafia, del popolo della pace e dei referendum. L’Italia dei Valori c’è e ci sarà al fianco di Antonio Ingroia. Con la sua storia, i suoi militanti, i suoi candidati. Orgogliosa delle battaglie condotte che non possono essere delegittimate dal comportamento immorale di pochi rappresentanti prontamente espulsi dal partito e dalle Istituzioni.
In questa fase di emergenza economica e democratica, condivide il progetto di una proposta politica e di una lista che possa essere convincente e di vero cambiamento.

Auspichiamo una legalità che prenda l’avvio dalla chiarezza nelle trattative stato-mafia per squarciare finalmente il velo sui tanti segreti di stato che continuano ad avvelenare questo paese, e in questo senso concordiamo con le parole di Ingroia: « Le ferite vanno pulite fino in fondo con la verità, altrimenti si infetta il paese…» [Servizio Pubblico, 6/12/12]

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.