Il Calendario 2013 racconta “La vita e la morte, la guerra e le colpe”

Verrà presentato giovedì 20 dicembre, alle 20.30, al Salone Parrocchiale. Seguirà dibattito

Il calendario 2013 realizzato dall’associazione La casa di Nando quest’anno è intitolato “La vita e la morte, la guerra e le colpe”. Il calendario racconta, giorno dopo giorno, la storia dei nostri paesi tra il 1926 e il 1946. Fatti, persone, curiosità, sogni, ricordi, foto d’epoca, tragedie della gente di Gazzada, Schianno, Morazzone, Lozza, Castronno, Azzate, Brunello e Buguggiate. Anni duri, difficili, ma con la speranza di andare avanti sempre e di uscire dal buio. Per noi de “La Casa di Nando onlus”, ancora una volta e sempre di più, conoscere il passato aiuta a scrivere e vivere un presente migliore e a sperare in un futuro meno grigio. Il calendario verrà presentato giovedì 20 dicembre alle 20,30 presso il Salone Parrocchiale di Gazzada in Via Italia Libera 77 a Gazzada Schianno. Alla serata, coordinata da Franco Tettamanti giornalista del Corriere della Sera e presidente della Casa di Nando, interverrà il prof. Robertino Ghiringhelli, Direttore dell’Istituto di Storia moderna e contemporanea e Ordinario di Storia delle Dottrine Politiche nella facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che approfondirà alcuni dei fatti raccontati dal calendario. A raccontare il calendario 2013 saranno Carlo Colli, Claudio Tosetto e Paolo Trevisan del direttivo della Casa di Nando. Al termine dell’incontro la gradita “testimonianza” di una signora che ci farà tornare a “come si viveva nei nostri cortili”. Prima di spegnere i riflettori gli auguri de “La Casa di Nando” con il panettone della tradizione natalizia lombarda. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.