Il Choro Lauda Sion in concerto

Il coro sarà accompagnato dell'organista Danda. L'appuntamento è per il 9 dicembre «Giornata Mondiale per la Coralità 2012»

Il Choro Lauda Sion di Caronno Varesino, accompagnato all’organo dal M. Giovanni Danda e diretto dal
M. Francesco Barbuto eseguirà il concerto «Verbum caro factum est» per la «Giornata Mondiale per la Coralità 2012» presso la Chiesa di San Martino a Ispra il 9 dicembre alle ore 21.00.
La «Giornata Mondiale per la Coralità» è un’iniziativa del Maestro venezuelano Alberto Grau, proposta e
approvata dall’Assemblea Generale della «Federazione Internazionale per la Musica Corale» tenutasi ad Helsinki nell’agosto del 1990, nel quadro dell’Organizzazione del secondo «Simposio Mondiale di Musica Corale»: «La musica serve a esaltare i valori della solidarietà, della pace e della comprensione fra gli uomini» fu un motto del Simposio.
Migliaia di cori si sono uniti alla celebrazione della «Giornata Mondiale per la Coralità» intorno alla seconda Domenica di dicembre negli ultimi venti anni. Milioni di cantanti e coristi in tutto il mondo sono stati coinvolti in concerti corali, festival, canzoni di gruppo, seminari corali, giornate musicali e altri eventi. In occasione del decimo anniversario di attività musicale, il Choro Lauda Sion, iscritto per il terzo anno consecutivo alla «Giornata Mondiale per la Coralità» proporrà brani tratti dal repertorio della raccolta di canti di Natale di Francesco Barbuto e incisi nel CD «Verbum caro factum est» pubblicato dalla Sonitus Edizioni di Varese. Saranno eseguiti anche brani di ampio respiro musicale e artistico tratti dal repertorio di musica sacra del ‘900 storico e contemporaneo. L’organista Giovanni Danda accompagnerà all’organo il coro ed eseguirà in
“solo” un brano tratto dal repertorio organistico del ‘900. L’ascoltatore potrà – in modo “sereno” – assaporare l’arrivo della festa del Natale, attraverso un concerto di sensibilità e spessore artistico musicale.
Il compositore e direttore Francesco Barbuto ama dire sempre che: «La musica dev’essere composta con la
massima attenzione, passione, dedizione e raffinatezza possibile, ma deve arrivare all’ascoltatore in modo
diretto, immediato e soprattutto offrire e trasmettere “emozioni”».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.