Il Varese batte un colpo e si riporta tra le grandi

Un gol di Ebagua al 54' piega la Ternana (1-0) e permette alla squadra di Castori di risalire al sesto posto, in piena zona playoff. Terzo successo consecutivo al Franco Ossola

Tre vittorie in quattro partite, senza bel gioco ma con grinta e cuore. Con questo bilancio e con il successo di misura sulla Ternana (1-0, Ebagua al 9′ della ripresa) il Varese torna a iscriversi alla corsa per i piani alti della Serie B e, complice anche lo stop del Verona a Brescia che avvicina l’Hellas alle inseguitrici, in questo momento sarebbe nuovamente da playoff.
Con buona pace dei palati fini dunque, la squadra di Castori mette in tasca tre punti pesanti: il lampo vincente arriva a inizio ripresa ed è significativo che il gol nasca in quel momento perché i biancorossi hanno letteralmente cambiato marcia dopo l’intervallo. Chissà se il mister ha toccato le corde giuste o se semplicemente i giocatori si sono accorti di aver disputato una prima frazione non all’altezza conclusa con un paio di grandi spaventi (gol annullato e traversa della Ternana). Fatto sta che nella ripresa la musica è cambiata sotto la spinta costante di Nadarevic, sbocciato alla distanza come sette giorni fa, autore dell’assist per Ebagua e fermato solo da un palo clamoroso che ne ha evitato il gol. Con l’ala bosniaca oggi ha brillato Martinetti, prezioso in attacco nel ruolo di sponda, mentre il giovane Fiamozzi continua nella serie di prove positive. Bella anche la barricata finale in cui Rea, pur colpito da crampi, si è rimesso in gioco per respingere gli ultimi attacchi di una Ternana incompleta ma comunque coraggiosa: applausi anche a Toscano e ai suoi come pure all’arbitro La Penna, giovane e sempre nei pressi dell’azione.
Ora, con una buona dose di fieno in cascina, il Varese si prepara alla difficile trasferta di Cittadella. I biancorossi arriveranno in Veneto con meno pressione e proveranno a fare risultato contro una formazione fino a qui inappuntabile, sperando di tornare ad avere una rosa più completa a disposizione.

Galleria fotografica

Varese - Ternana 1-0 4 di 21

COLPO D’OCCHIO – Siamo forse al minimo di presenze a Masnago per tifare Varese in questa stagione: si vedono infatti alcuni vuoti nei distinti e anche in Curva Maroso si conta meno gente del solito. Una trentina i sostenitori ospiti con relativi striscioni nella Sud. In tribuna anche il tandem Beretta-Capozucca, che prima furono grandi protagonisti in casa varesina e poi si spostarono alla società rossoverde.

CALCIO D’INIZIO – C’è solo una variazione nelle formazioni della vigilia, e del resto le tante assenze da una parte e dall’altra non permettono troppi esperimenti. L’unica novità è tra i pali della Ternana dove trova posto il giovane Brignoli a scapito dell’esperto Ambrosi, autore di una papera settimana scorsa. Castori mette Martinetti accanto a Ebagua in attacco e schiera fin dal primo minuto Zecchin, pur non al meglio.

IL PRIMO TEMPO – Il Varese vuole i tre punti e usa Martinetti come grimaldello per scardinare la difesa umbra; il centravanti viene cercato a più riprese con lanci lunghi che, va detto, non hanno alternative con gioco a terra. E così la Ternana, pur soffrendo nei duelli aerei, riesce a difendersi con ordine lasciando a qualche iniziativa estemporanea la propria fase d’attacco. Di occasioni vere non se ne contano almeno fino al 26′ quando è Bressan il portiere coinvolto: un tiro-cross di Carcuro viene deviato da Grillo e costringe il numero 1 varesino al balzo per evitare il gol. Anche da azioni simili gli ospiti prendono coraggio: la cronaca parla soprattutto di loro tentativi pericolosi anche perché il Varese spreca con Nadarevic un contropiede interessante. Il bosniaco comunque è tra i più attivi della squadra di Castori. La Ternana va in gol – annullato – al 34′ quando Botta sorprende Bressan con una deviazione sul primo palo ma la stoccata è con la mano e dopo una spinta su Rea. Le risposte del Varese passano per Ebagua che prova un diagonale senza risultati e una sforbiciata su cui viene anticipato in extremis da Brosco. E allora, prima del riposo, ecco (41′) il secondo quasi-gol rossoverde: cross di Dianda da sinistra, grande stacco di Nolé e palla che centra la parte bassa della traversa (foto di S. Raso) e rimbalza in campo ma senza oltrepassare la linea del gol.

LA RIPRESA – Nell’intervallo il “cicchetto” di Castori ai suoi funziona e dopo qualche sortita per prendere le misure il Varese passa a condurre. Martinetti prolunga di testa un rilancio dalle retrovie, Nadarevic si inserisce e devia verso Ebagua che riceve dal limite e scarica il diagonale vincente (foto S. Raso) alle spalle di Brignoli. L’1-0 è l’unico lampo del nigeriano, sufficiente però per lui e per la squadra visto che varrà i tre punti.
Toscano corre ai ripari, passa al 3-4-3 inserendo Dumitru ma quando il Varese prende coraggio per gli ospiti c’è solo da incrociare le dita. Al 23′ l’azione più bella del match coinvolge Zecchin, Martinetti, Fiamozzi e infine Nadarevic: bordata di sinistro e palo pieno a evitare il raddoppio. Ma le occasioni, grandi o piccole, fioccano per la squadra di Castori che si propone con generosità in avanti senza rischiare in difesa: ci provano Carrozzieri (testa), ancora Nadarevic, Zecchin e Martinetti con belle azioni ma i loro tiri sibilano non lontano dai legni. La Ternana può così solo appellarsi all’orgoglio ma nella propria area il Varese costruisce le barricate: Miglietta spreca una punizione calciata sulla barriera e allora bisogna arrivare al 44′ per il brivido maggiore. Cross da sinistra di Ciofani per Nolé, Bressan esce e non ci arriva ma neppure l’attaccante ospite è puntuale. Il Varese passa anche qualche minuto in dieci per colpa dei crampi di Rea che poi, stoico, torna sul prato per gli ultimi minuti e aiuta a respingere le punte umbre.
Finisce 1-0 e la classifica dice che il Varese è quarto (a pari merito con Brescia e Padova) e in posizione invidiabile: missione compiuta.

IL TABELLINO -

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 dicembre 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese - Ternana 1-0 4 di 21

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.