In biblioteca Frera, dalla Grigna alla Patagonia

Venerdì serata in ricordo del lecchese Casimiro Ferrari, con proiezione del film "Il soffio del Jefe"

In occasione della ricorrenza dei dieci anni dalla scomparsa del noto alpinista lecchese Casimiro Ferrari, venerdì 14 dicembre 2012, alle ore 21.00, presso la Biblioteca
Frera di Tradate, con il patrocinio del Comune, Giuliano Maresi, ex presidente del Gruppo Ragni di Lecco, amico e compagno di Casimiro in molte ascensioni, ed Alberto Benni
presenteranno il libro "Casimiro Ferrari un sognatore dalla Grigna alla Patagonia”.

Verrà inoltre proiettato il film "Il soffio del Jefe" una storia a cavallo tra due oceani. Un’ora di riprese esclusive della prima traversata invernale dello Hielo Continental, a cui ha partecipato lo stesso Maresi, e della prima ascensione assoluta di Casimiro e compagni del Cerro Riso Patron (3mila metri).
Casimiro Ferrari, alpinista di punta dei Ragni di Lecco, accademico del CAI e Cavaliere della Repubblica per meriti alpinistici, a cominciato ad arrampicare con alpinisti del calibro di Carlo Mauri e Riccardo Cassin, ed è ricordato soprattutto per l’ascensione,prima assoluta, della parete ovest del Cerro Torre nel 1974, e negli anni successivi per la sud est dell’ ALPAMAYO, il pilastro Est del FITZ ROY ed il pilastro Nord Est Del Cerro MURALLON nel 1984. 


Ad accompagnarlo alla spedizione al Murallon, che si concluse felicemente con la conquista dello sperone centrale del pilastro Nord Est c’ erano anche Don Giuseppe Noli ed Alessandro Banfi in rappresentanza del Gruppo Alpinistico Falchett di Abbiate Guazzone.

Don Giuseppe, rientrato per pochi giorni dalla sua missione ad Haiti e presente a Tradate per qualche giorno ancora sarà presente alla serata per ricordare Casimiro Ferrari che ha conosciuto molto da vicino. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.