In condizioni disperate il giovane ciclista travolto

Il 18enne di origine marocchina, è stato investito ieri sera a Caidate: ha riportato traumi molto violenti e non ha ripreso conoscenza. I carabinieri indagano sulla dinamica dell'incidente

Sono gravissime le condizioni di B.O., il 18enne travolto in bicicletta a Caidate, frazione di Sumirago, nel tardo pomeriggio di martedì. Il giovane pedalatore è ricoverato all’Ospedale di Circolo di Varese, in rianimazione: ha riportato lesioni diffuse su tutto il corpo, compreso un violento trauma cranico, probabilmente nel violento urto con il parabrezza dell’automobile con cui si è scontrato. La sua situazione è particolarmente critica, quasi disperata. La prognosi è riservata: non ha ripreso conoscenza ed è ora in coma, in condizioni giudicate dai medici ancora non stabilizzate. La situazione verrà monitorata ancora nelle prossime ore, nella speranza di un segnale di ripresa del ragazzo.

Nel frattempo i carabinieri stanno indagando sulla dinamica dell’incidente, difficile da ricostruire per la mancanza di testimoni: la donna alla guida dell’auto – anche lei della zona – ha raccontato che l’impatto è stato improvviso e non è stata in grado di indicare da dove venisse il ragazzo. Si cerca a questo punto di capire anche se il giovane pedalatore venisse nella stessa direzione o se per qualche ragione sia sbucato all’improvviso davanti all’automobile. L’incidente è avvenuto sulla strada che collega Sumirago con Caidate, proprio all’ingresso della frazione, nei pressi del cimitero. Il giovane è di famiglia marocchina: «La famiglia si è trasferita da alcuni anni a Caidate, lui è il primo di tre fratelli», spiega il sindaco Mauro Croci. «Una famiglia integrata, nonostante le difficoltà incontrate, a partire dalla lingua».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.