“In Lombardia basta con l’illegalità”

Umberto Ambrosoli, candidato alle primarie del centrosinistra per le prossime elezioni regionali, stato intervistato nella diretta di Varesenews

Lavoro, sanità, agenda digitale, grandi opere e legalità. Umberto Ambrosoli, candidato alle primarie del centrosinistra in vista delle elezioni regionali, è partito da questi temi intervistato dal direttore Marco Giovannelli durante la diretta di Varesenews.
È il primo appuntamento con i candidati per le primarie al quale seguirà l’11 dicembre alle 11 e 30 Andrea Di Stefano, e il 13 dicembre alle 12 e 30 la diretta web con Alessandra Kustermann.

GUARDA IL VIDEO DELL’INTERVISTA

Sono tanti gli aspetti toccati da Ambrosoli durante l’intervista, con un accenno fondamentale al tema del lavoro, «perché è attraverso la creazione di lavoro che si può ricostruire la fiducia dei cittadini nella politica e nelle istituzioni».
«C’è la possibilità di stimolare nuovo lavoro – ha spiegato Ambrosoli – ma bisogna utilizzare fondi e risorse in quelle realtà che hanno la capacità di creare lavoro e sfruttare le nuove possibilità fornite dalle tecnologie». Un risultato da raggiungere soprattutto «fornendo possibilità di sviluppo e innovazione, aprendo le realtà locali al globale attraverso anche lo sviluppo delle tecnologie digitali». Digitale che secondo Ambrosoli dovrà essere fondamentale anche nei rapporti tra le Regione e i cittadini, «per tagliare una burocrazia che paralizza lo sviluppo».

Grandi opere e legalità

«Non possiamo permetterci di non armarci degli strumenti idonei ad impedire che la criminalità si infiltri nelle grandi opere – ha spiegato Ambrosoli raccontando come – la tipologia di lavoro nelle grandi opere è quella nella quale la criminalità è più abituata ad entrare. Questo no vuol dire avere paura di fare le cose ma creare occasioni per creare nuovi strumenti di controllo».
Il candidato alle primarie ha toccato anche il tema del diffondersi della criminalità organizzata in Lombardia, «siamo arrivati alla pazzia di un territorio che per più di 20 anni non ha voluto vedere e si è ritrovato con la criminalità che si è infilata fino ai piani più alti delle istituzioni – ha detto Ambrosoli con riferimento ai recenti scandali che hanno attraversato la Regione -. Dove c’è criminalità non c’è crescita, democrazia e sviluppo per questo dobbiamo dire basta all’illegalità».

LA VISITA IN CITTA’ DI AMBROSOLI

LE ALTRE INTERVISTA IN PROGRAMMA, KUSTERMAN E DI STEFANO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2012
Leggi i commenti

Video

“In Lombardia basta con l’illegalità” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.