“L’amministrazione ci ha impedito in manifestare in centro al paese”

L’accusa della Lega Nord contro il sindaco: “Ci hanno relegato in periferia con il nostro gazebo, dove non passava nessuno, gesto anti-democratico”

Domenica 16 dicembre dovevamo essere in piazza col gazebo per la raccolta firme per il referendum della Lega Nord durante la manifestazione dei commercianti che ci avevano autorizzati senza alcun problema.

Stessa cosa per la Polizia Urbana.

Invece è intervenuta l’amministrazione comunale con un Ordine di Servizio che ordinava ai Vigili di autorizzarci, ma di darci delle postazioni dove posizionare il nostro gazebo del tutto marginali ed al di fuori del fulcro della festa.

Ci hanno relegato in posti dove non ci avrebbe visto nessuno. Tanto valeva mandarci nel parcheggio del cimitero!

Alle nostre proteste il Sindaco ha accampato le solite scuse, ma la verità è che si è voluto boicottare la Lega Nord in spregio al diritto che ogni partito ha di poter fare quelle attività che gli sono proprie.

Meno male che era il Sindaco Garbelli quello anti democratico, che non dava spazio alle minoranze. Ogni partito che ha domandato una autorizzazione l’ha sempre ricevuta senza condizioni posizionandosi dove richiesto.

Il darci l’autorizzazione era un atto dovuto avendo noi tutti i titoli per richiederla. L’averci relegato ai margini della festa, con delle motivazioni che abbiamo dovuto espressamente  chiedere al Sindaco, non scritte da nessuna parte e pretestuose, è stato l’ennesimo atto  di un Sindaco che probabilmente sfoga  la sua frustrazione, derivante dal fatto che non decide nulla in Comune, con questi atti che gli faranno credere di contare qualche cosa.

Se fosse credibile diremmo, visto il Natale, che siamo finiti sotto Re Erode, ma chissà come mai preferiamo ispirarci ai pupi siciliani.

Si è leso un nostro diritto che è poi  diritto di tutte le forze politiche minando il concetto di libertà e di democrazia.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.