L’informatica alleata nella gestione delle emergenze

Sottoscritto un accordo tra la Provincia, la Protezione civile, la Comunità montana del Verbano e la società Saie e l'istituto Ispro per ottimizzare gli interventi di soccorso

Gestire le emergenze in maniera veloce ed efficiente. È l’innovazione che si vuole ottenere con il protocollo firmato questa mattina a Villa Recalcati dalla stessa Provincia, insieme alla Comunita’ montana del Verbano, al Dipartimento della Protezione civile, all’Ispo e alla societa’ Saie.

L’obiettivo è quello di avviare un’attività di analisi dei piani di intervento delle singole realtà territoriali al fine di creare un sistema di procedure attualizzato alla singola realtà ed alle singole risorse territoriali (Comuni e Unioni dei Comuni). Tale primo livello di sistema si integrerà poi nel rispetto della sussidiarietà con gli Enti preposti al coordinamento, tutto sotto la supervisione e controllo dell’Osservatorio Nazionale della Protezione Civile.
La mappatura delle aree di rischio e dei materiali richiede la creazione di procedure di intervento efficaci e modulabili con intuitività e dinamicità da parte delle singole realtà, mantenendo un chiaro ed efficace collegamento con le realtà funzionali di coordinamento.
Per il raggiungimento dei tali obiettivi, le parti hanno concordato di adottare e sviluppare la PIATTAFORMA TAIVAL EPM che permette di gestire le procedure informatizzate:
- per la gestione degli interventi mediante la riduzione dei tempi;
- per la gestione di materiali e dei mezzi attraverso una precisa geolocalizzazione degli stessi secondo una logica di aree di interesse;
- per la gestione e semplificazione delle comunicazioni mediante l’invio contemporaneo e immediato di sms, mail e fax sia ai referenti istituzionali del Sistema di Protezione Civile e Sicurezza che agli Operatori (Enti territoriali, Associazioni, Volontari, Forze dell’ordine,  VVFF, Aziende specializzate e Cittadini)
 «E’ questo un protocollo d’intesa che rafforza il circuito virtuoso che abbiamo costruito per garantire ai nostri cittadini un territorio provinciale sempre più sicuro – ha commentato Massimiliano Carioni, assessore alla sicurezza e protezione civile della Provincia – . Grazie a questa partnership il nostro sistema di protezione civile potrà contare su uno strumento innovativo, tecnologico, moderno e versatile strategico per la pianificazione e la gestione dell’operatività della risorse umane e tecniche sugli
scenari di emergenza».
Soddisfatto anche Giorgio Zanzi, Prefetto di Varese: «Osservo con grande interesse tutto ciò che
comporta il miglioramento dell’organizzazione del sistema di Protezione civile e che contribuisce ad innalzarne i livelli di eccellenza. Oggi viene sottoscritta un’intesa, grazie alla quale verrà messo a disposizione uno strumento importante e che verrà sperimentato proprio sul nostro territorio, grazie all’impegno della Comunità Montana Valli del Verbano, che ha voluto raccogliere questa nuova sfida».
Marco Magrini, Presidente Comunità Montana Valli del Verbano: «Un protocollo d’intesa che di fatto va a consolidare una metodologia di collaborazione tra enti».

 «La capacità di utilizzare e declinare l’innovazione nel campo della Protezione civile – ha messo in rilievo Angelo Gorla, Dirigente Protezione civile della Provincia di Varese – è uno degli elementi più qualificanti della nostra Provincia e che fa del nostro sistema uno tra quelli più all’avanguardia a livello nazionale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.