La bandiera della Pace tornerà sul balcone del Municipio

Sabato 22 dicembre si concluderà la serie di manifestazioni dell'amministrazione comunale per i diritti umani e delle donne con l'esposizione della bandiere della pace di Pablo Picasso

L’Amministrazione Comunale di Malnate concluderà sabato 22 dicembre alle 15 alla Sala Consiliare di Via De Mhor, con l’animazione di fiabe e musica per tutti “É scoppiata la pace”, la  prima fase di un percorso di iniziative intrapreso all’inizio del mese di novembre e denominato “Le violenze, le guerre: le donne”. Tutti gli eventi – conferenze, proiezioni, testimonianze, manifestazioni – organizzati in collaborazione con l’Associazione Eos,  “La città delle Donne” e altre associazioni locali e non, hanno mantenuto come filo conduttore la sensibilizzazione della cittadinanza ai temi della pace e della donna, volutamente uniti in quanto “la donna che dà la vita,  è portatrice di vita e di pace”. «Ricordando l’articolo 11 della Costituzione Italiana – spiega l’Assessore alle Culture Maria Croci –, che tra l’altro fu approvata proprio il 22 dicembre dell’ormai lontano 1947, l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Dopo l’animazione delle ore 15 ci sposteremo a piedi in corteo,  percorrendo il breve tratto che ci divide dal Palazzo Comunale, per andare ad  esporre la bandiera della pace di Pablo Picasso come simbolo universale di tutti coloro che rifiutano la guerra. La partecipazione a questo evento, in un contesto storico in cui anche l’UE è stata insignita del  Nobel per la Pace, rivestirebbe una importanza che va oltre il semplice interesse culturale». 
L’appuntamento è quindi per tutti alle 15.00 di sabato 22 dicembre in Sala Consiliare di Via De Mhor.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.