La maggioranza non c’è più, il sindaco sulla graticola

Dopo la mancata approvazione del Pgt di qualche settimana fa ancora una seduta di consiglio senza i numeri per Marco Roncari. L'opposizione invoca le dimissioni e il ritorno al voto ma il sindaco non cede: "Faremo una verifica"

La giunta guidata da Marco Roncari a un passo dalla crisi. Il sindaco di Fagnano Olona, infatti, negli ultimi due consigli comunali ha dovuto prendere atto che non ha più i numeri per governare. Dopo la scivolata sul Pgt, bocciato dal consiglio comunale a fine novembre, anche il consiglio comunale del 18 dicembre ha fatto registrare un numero di consiglieri di maggioranza non sufficiente. All’assenza dell’ex-assessore Luca Amedeo Vanetti (già da tempo fuori dalla maggioranza) si è aggiunta quella del consigliere Biagio Annunziata. 

Gioco facile per l’opposizione far mancare il numero legale e così è stato. Il consiglio si è, infatti, concluso senza che venisse discusso nemmeno uno dei punti all’ordine del giorno: «E’ evidente a questo punto che l’amministrazione non è più in grado di governare il paese perchè siamo alla totale paralisi – ha detto il capogruppo di Progresso e Solidarietà Santi Di Paola – Già nella seduta in cui si era discusso il PGT la maggioranza non era stata in grado di assicurare il numero legale e solo il senso di responsabilità dei gruppi di opposizione aveva consentito lo svolgimento della discussione e il voto. E il dato politico eclatante, subito emerso, era stato la bocciatura del pgt proposto dall’amministrazione da parte del consiglio. L’amministrazione ha ritenuto di dover andare avanti ugualmente ma ieri sera il problema si è ripetuto. Coerenti con quanto avevano dichiarato a suo tempo, tutti i gruppi di opposizione hanno abbandonato l’aula». Di Paola, a questo punto, torna ad invocare le dimissioni di sindaco e assessori: «Sarebbe cosa saggia rassegnare le dimissioni e consentire ai cittadini di scegliere una nuova amministrazione la prossima primavera – conclude Di Paola – evitando che questa paralisi possa ancora prolungarsi e soprattutto evitando una bocciatura sul bilancio che comporterebbe un anno circa di gestione commissariale del nostro comune. Se nei prossimi giorni non succederà nulla da parte degli amministratori, valuteremo se esistono le condizioni per presentare una mozione di sfiducia».  

Sereno il sindaco Roncari: «Come più volte è accaduto in passato l’opposizione ha chiesto le mie dimissioni ma vorrei dire loro che non ho nessuna intenzione di rimanere attaccato alla sedia del sindaco se non vi sono più le condizioni – spiega ilprimo cittadino – sono convinto, però, che questa situazione sia ancora sanabile. E’ vero che siamo attaccati ad un numero risicatissimo (con Vanetti a metà strada sono comunque in 11 i consiglieri di maggioranza, ndr) ma durante queste feste natalizie verificheremo la tenuta della maggioranza su tutti i punti di programma prima di andare avanti». Con buona pace del Pgt e di tutti coloro che, per un motivo o per un altro, vorranno chiedere permessi di costruzione nei prossimi mesi dato che la non approvazione del Pgt entro il 31 dicembre comporterà un blocco delle opere edilizie a Fagnano Olona fino a quando il nuovo strumento urbanistico non verrà approvato. Se alla crisi economica ci si attacca anche quella politica per i fagnanesi si prevedono tempi difficili.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.