La protesta di Cimbro: “Svendesi causa tintoria”

Parte la protesta dei residenti delle vie Stazione, Cerchiara, Girasole, Della Croce, Lunga e Bidoglio a Cimbro: sulle cancellate di molte abitazioni, sono comparsi curiosi cartelli

Svendesi”. Parte la protesta dei residenti delle vie Stazione, Cerchiara, Girasole, Della Croce, Lunga e Bidoglio a Cimbro: ieri sera, 18 dicembre, sulle cancellate di molte abitazioni, sono comparsi curiosi cartelli che annunciavano la svendita delle abitazioni stesse. Sotto la comune scritta: “Svendesi causa tintoria”, indicando una serie di beni destinati a perdere valore. Tra questi comparivano: “villetta con piscina riempita del sudore dei nonni e lacrime dei bambini”, “mulino del ‘700”, “appartamento signorile con vista panoramica”, ma anche: “prato verde ottime condizioni”, “strada di campagna usata poco”, “scarponi da trekking per futuro inutilizzo”.
All’origine della manifestazione la preoccupazione dei residenti delle vie interessate circa la possibilità che il progetto di espansione della tintoria TMR Cederna Fodere, attualmente insediata tra via Stazione e via Lunga, vada in porto. Un progetto che a Cimbro è molto contestato.
Intanto dal comitato fanno sapere: «Stiamo preparando alcune iniziative per dar voce alle nostre ragioni – spiegano -. Intanto, con l’avvicinarsi delle feste, incontreremo il sindaco Maurizio Leorato per portargli i nostri auguri e stemperare, così, tensioni e diffidenze».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.