Livingston riparte per Mauritius

La compagnia ha ripreso l'attività otto mesi e mezzo fa, ora riprende anche ad operare sul lungo raggio: mercoledì sera partito il primo volo per l'isola dell'Oceano Indiano

Due Natali fa era nel gorgo più nero, ora porta in giro vacanzieri per le feste natalizie: la Livingston – la compagnia del gabbiano di base a Cardano al Campo – è ripartita da otto mesi e mezzo e oggi ha attivato nuove destinazioni, tra cui Mauritius. Il primo volo verso l’isola dell’Oceano Indiano è partito alle ore 17.10 di mercoledì dal terminal T1 dell’aeroporto di Milano Malpensa, con destinazione. A bordo: 200 passeggeri e 11 membri d’equipaggio.

Alla cerimonia di inaugurazione è intervenuto Riccardo Toto, l’amministratore unico del vettore: «In meno di nove mesi di attività, in Livingston già lavorano 260 persone» ha sottolineato Toto nell’incontro con i giornalisti. «Oggi, con la partenza del primo volo a lungo raggio, confermiamo un ulteriore obiettivo che lanciandoci in quest’impresa ci eravamo posti, così come la gestione on-line della vendita dei biglietti e della personalizzazione del volo. Altri obiettivi saranno raggiunti a breve, sempre con l’entusiasmo del primo giorno». Anche per Sea l’allargamento delle destinazioni di Livingston è una buona notizia: «Grande soddisfazione per il ritorno dello storico brand Livingston anche sul lungo raggio con il volo in partenza oggi per la sempre apprezzata destinazione di Mauritius» dice Giuseppe Bonomi, presidente della società di gestione degli scali milanesi. Bonomi ricorda anche il programma di voli per la stagione invernale «su altre importanti mete leisure in Kenia, Tanzania e Messico» .
«Siamo felici di essere presenti oggi, insieme ad importanti partner dell’industria turistica, per sancire l’unione tra la compagnia aerea Livingston e Mauritius e festeggiare la partenza del nuovo volo diretto. Si tratta di un importante passo e una riconferma dell’interesse degli operatori del turismo e dei viaggiatori italiani per la destinazione», ha detto invece  Massimo Tocchetti, Regional Manager di MTPA Italia.  «L’Italia è un mercato di fondamentale importanza per Mauritius, il quarto a livello europeo, con 52.747 arrivi nel 2011. Ci auguriamo di accogliere ancora più passeggeri nei prossimi mesi grazie al nuovo volo Livingston che renderà più semplice raggiungere l’isola e che questa operazione possa procedere con successo, mettendo le basi per un collegamento diretto continuo tra i due Paesi».

Il volo Livingston JN5951 è stato operato con aeromobile Airbus A330, in configurazione di cabina da 306 posti: 18 in First Class e 288 in Basic Class (di cui 18 in Comfort Seat).  Questo primo volo intercontinentale di Livingston è stato organizzato in collaborazione con i tour operator: Hotelplan, Valtur, Veratour, Phone&Go e Last Minute.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.