“Malpensa, strade, ferrovie: cosa ne pensano i candidati Pd?”

A meno di 24 ore dalle primarie per i parlamentari, ha iniziato a girare su Facebook una lettera d Alessandro Zoccarato, del Pd di Ferno. Che chiede ai candidati una posizione su alcuni temi di sviluppo

«Che idee hanno i candidati alle primarie Pd su Malpensa, infrastrutture stradali e ferroviarie?». A meno di 24 ore dalla consultazione elettorale interna al Pd per scegliere i candidati a Parlamento ha iniziato a girare su Facebook e per mail una nota di Alessandro Zoccarato, iscritto del Pd a Ferno, a due passi dall’aeroporto di Malpensa. Una nota che chiede chiarezza sulle posizioni sulle grande opere, su Malpensa, sugli investimenti per il trasporto su gomma e quello su ferro. Un appello per avere risposte su temi specifici, tra i più urgenti per il territorio. «Sono stato uno dei più ferventi sostenitori delle Primarie per i Parlamentari – scrive Zoccarato – , è dal 2010 che vado esortando i vertici provinciali del mio partito, a mettere nelle mani dei nostri elettori, la scelta dei nostri rappresentanti in parlamento. Mai come oggi i partiti devono riconquistare la fiducia e nulla come una scelta aperta e partecipata, accorcia le distanze tra la gente e la classe politica. Finalmente ci siamo, sabato si vota, ma con troppo poco tempo per decidere e senza una adeguata conoscenza dei candidati. In particolare la provincia di Varese oltre a problemi legati al mondo del lavoro, direttamente connessi con la crisi economica è sofferente per un inadeguato sistema di infrastrutture: strade e autostrade, ferrovie, aeroporti».

Facendo l’esempio della Statale del Sempione (ridotta a strada urbana, tra capannoni e centri commerciali) e dell’A8 e della superstrada 336 sovraccariche, Zoccarato chiede di «conoscere le idee dei candidati provinciali al Parlamento«, «per sapere cosa ne pensano del sistema del "trasporto su ferro" perché è innegabile il passo in avanti negli ultimi anni, almeno in regione Lombardia, ma è ancora abissale il distacco con le altre capitali economiche Europee, soprattutto nell’ambito della movimentazione delle merci».

C’è poi un riferimento ad una delle questioni più strategiche nella gestione del territorio: il futuro di Malpensa, il suo rapporto con l’ambiente e gli abitati circostanti, il valore degli investimenti. Zoccarato fa riferimento in particolare al lavoro svolto a livello locale dal Pd: «Mi piacerebbe infine conoscere cosa ne pensano del lavoro fatto dal MalpensaForum dove abbiamo parlato costantemente del MasterPlan di Sea sull’ampliamento di Malpensa, non solo perché il progetto rischia di inghiottire quasi 4km quadrati di Parco del Ticino, ma perché un simile progetto assorbirebbe una fetta spaventosa di investimento pubblico. Investimento fatto a spese di tutto il sistema dei trasporti e a spese della collettività. Sarebbe un bel modo per iniziare a rapportarsi con l’unico forum tematico, che ha declinato quotidianamente un tema spinoso come quello di Malpensa. Sarebbe un modo per mettere a confronto il territorio (almeno quello espressione del Partito Democratico) rappresentato dal capogruppo PD a Somma Lombardo e portavoce del forum: Jimmy Pasin. Mancano poco più di 24 ore, ma preferirei che il confronto si facesse prima e non dopo, per evitare sgradite sorprese».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.