Mense scolastiche, più che dimezzato il debito

Il sollecito inviato dal Comune alle 1230 famiglie che avevano pagamenti arretrati per il servizio ha fatto scendere la quota dei morosi a 492. Incassati più di 100 mila euro

Ha portato a un risultato superiore alle migliori aspettative il sollecito di pagamento inviato ad alcune famiglie legnanesi relativo al servizio di ristorazione scolastica per gli anni 2010/2011 e 2011/2012 nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. Alla data del 27 novembre 2012 il debito complessivo nel confronti del Comune di Legnano si è infatti più che dimezzato, passando da 181.598 euro a 72.309 euro.  Il numero degli utenti morosi è passato da 1230 a 492, di questi però la quasi totalità (440) ha già cessato la frequenza scolastica ed è a costoro che va addebitata la parte prevalente del mancato rientro (54.911 euro). Nei loro confronti scatterà ora una ingiunzione di pagamento. Dei restanti 52 utenti morosi, la sospensione del servizio riguarda soltanto 36 bambini in quanto il debito maturato dalle loro famiglie supera i cento euro.

«L’obiettivo è stato raggiunto coniugando fermezza, condivisione e salvaguardia dei diritti dei bambini – è il commento di Umberto Silvestri, assessore alle Attività educative -. Fermezza perché l’Amministrazione comunale ha mostrato di non voler più tollerare situazioni di morosità non giustificate da reali situazioni di difficoltà economica. Condivisione perché si è rivelato vincente il coinvolgimento delle scuole, che si sono rese disponibili a farsi tramite tra famiglie e Comune. Da ultimo è importante sottolineare come nessun bambino è stato sottoposto a trattamenti umilianti, come la somministrazione di un panino al posto del normale pasto: le famiglie inadempienti sono state invitate a ritirate il loro figlio durante la pausa mensa e a riportarlo alla ripresa delle lezioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.