Monti si è dimesso, Napolitano dà il via alle consultazioni

Il premier ha ufficializzato la sua intenzione di lasciare l'incarico. Nel pomeriggio l'approvazione alla legge di stabilità

Il premier Mario Monti ha ufficializzato le sue dimissioni e si è recato in serata al Quirinale. Il presidente della Repubblica Napolitano, si legge in una nota del Colle «ha preso atto delle dimissioni» e dalla giornata di sabato «consulterà i presidenti dei gruppi parlamentari». Nella giornata di oggi il presidente del Consiglio ha voluto sottolineare i risultati raggiunti dal suo esecutivo nei mesi passati e ha scherzato anche sulle profezie: «Un anno fa – ha detto Monti – questo governo era al varo, oggi invece, non per colpa della profezia Maya, dovremo terminare il ruolo». Monti ha parlato del suo periodo a capo del governo come di «una fase complessa della vita pubblica italiana e del posizionamento dell’Italia all’estero», un periodo «di delicatezza e di acutezza particolare, specie quando ci siamo presentati per chiedere la fiducia alle Camera».
Si è tenuta oggi inoltre l’ultima seduta parlamentare dedicata all’approvazione della legge di stabilità che è passata con 373 voti favorevoli contro 67 contrari. 

Intanto sulla stampa trovano spazio anche le ipotesi su un possibile passo indietro. Su Corriere.it si legge:

La voce su una possibile rinuncia dell’ormai ex premier a una candidatura alle prossime elezioni e all’eventuale apparentamento a una lista centrista si fa sempre più insistente man mano che si avvicina la giornata di domenica e l’appuntamento con la conferenza stampa che dovrebbe finalmente squarciare il velo sulle effettive intenzioni del Professore. I motivi che consiglierebbero la rinuncia sarebbero la difficoltà per l’ex premier, qualora decidesse di capeggiare in forma più o meno esplicito una lista centrista o più liste federate, di ottenere un piazzamento elettorale soddisfacente e tale da consentirgli di essere protagonista nella formazione del nuovo governo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.