Nadarevic fa tutto tranne il gol

L'ala bosniaca parte a rilento ma poi si scatena. Buona prova aerea di Martinetti, giornata meno brillante per Grillo

BRESSAN 6 – Ci rimane il dubbio su quell’ultima uscita: l’ha deviata o no? Comunque sia il suo movimento potrebbe aver ingannato Nolé. Bravo nel primo tempo sul tiro-cross scoccato da Carcuro, sbaglia sul gol annullato a Botta ma il tocco di mano del giocatore umbro in questo caso lo fa assolvere. (foto S. Raso)

FIAMOZZI 6,5 – Anche la partita di oggi va a consolidare la nostra idea sul giovane terzino: se continua così è destinato ad altri palcoscenici un po’ come è successo a Pisano, sempre in quel ruolo. Meno arrembante di Eros, ha però una disarmante sicurezza in tutte le sue giocate.

CARROZZIERI 6 – Il burbero difensore gioca senza fronzoli davanti a Bressan, cosa che gli costa qualche errore in fase di impostazione ma che serve anche a evitare pericoli, Poi ci prova sui calci d’angolo ma non riesce a essere preciso.

REA 6,5 – Meno appariscente ma più elegante del compagno di reparto, si merita mezzo punto in più per essere rientrato in campo nel finale dopo 5′ di crampi, in tempo per respingere un paio di passaggi filtranti della Ternana.

GRILLO 5,5 – Giornata non memorabile per il terzino che, pur non affondando (fossero tutte così le insufficienze…), non riesce a trovare gli spunti di altre volte tanto che in qualche caso deve concedere azioni pericolose dalla sua fascia.
(Lazaar s. v. – Qualche minuto ben giocato)

ZECCHIN 6 – Non è in piena forma e si vede: per lunghi tratti della partita si limita a ispirare con i calci da fermo, poi sente che le gambe lo assistono e allora regala un paio di serpentine delle sue.
(Troest s. v. – Dentro a far muro nel finale)

CORTI 6 – La coppia di mediani è reduce da un periodo costellato di problemi fisici: né Daniele né Filipe scintillano in modo particolare ma tutto sommato si dividono i compiti. Corti è l’uomo di rottura: si inserisce bene per fermare alcune azioni ospiti, non trova gloria quando prova ad andare al tiro.

FILIPE 6 – E veniamo al brasiliano, ancor meno in forma rispetto al compagno. Filipe è così uno dei pochi a distinguersi più nel primo tempo che nella brillante ripresa ma c’è un perché: dopo l’intervallo l’azione del Varese va più spesso sulle fasce e lui resta lì a far numero in mezzo.

NADAREVIC 7,5 – Il migliore in campo… quando si accende. Rispetto alla gara con la Pro Vercelli non trova il gol (ma “solo” un palo) ma l’andamento del suo pomeriggio è simile. Prima non si fa vedere poi, quando ingrana la marcia, diventa determinante e fa a fette i diretti avversari. Assistman.

MARTINETTI 6,5 – L’ascensore su cui sale ha sempre due piani in più di quello dei difensori della Ternana: domina tutti i duelli aerei e da lassù distribuisce palloni ai compagni di squadra dando un senso ai lanci lunghi del Varese. Ci prova anche di piede con un destro a rientrare che meritava maggiore fortuna.

EBAGUA 6,5 – Incredibile il fiuto del gol della “perla nera” varesina. Come settimana scorsa non offre una prova al livello cui ci ha abituato, ma quando ha la palla buona trova sempre il modo per trasformarla in oro. E stavolta è pure decisivo per il successo.
(Momenté 6 – Prova l’inzuccata, poi tanti falli alcuni dei quali ben spesi per frazionare il gioco).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.