Nasce Gesù e si paga coi sesterzi: il paese diventa Betlemme

Domenica 16 Dicembre si terrà la quinta edizione del presepe vivente. Il centro storico si trasformerà con locande, botteghe, il castello di Re Erode e la capanna della nascita di Cristo

Domenica 16 Dicembre si terrà la quinta edizione del Presepe Vivente di Albizzate. Il centro storico si trasformerà per qualche ora in Betlemme con le sue locande, le sue botteghe e il castello di Re Erode e soprattutto con la capanna della Nascita di Cristo.
Come ogni anno l’atmosfera emozionerà sia i credenti che i non credenti perché permetterà di immergersi in una realtà unica. La straordinarietà della manifestazione ha inizio come per magia, con il tavolo del cambio, gli euro spariranno e si inizieranno a usare solo i sesterzi romani e per chi arriverà potrà farsi censire, come Giuseppe e maria dai censori dell’Impero Romani. Per gli appassionati ci sarà persino la possibilità dell’annullo postale.
La manifestazione avrà inizio alle 16 in piazza IV Novembre con il corteo che accompagnerà Giuseppe e Maria alla capanna e alla nascita di Gesù bambino. I canti degli angeli e la musica eterna degli zampognari renderanno il clima, seppur freddo, caldo e partecipativo.
La realizzazione della manifestazione, promossa dalla Pro Loco di Albizzate, è il risultato corale delle diverse realtà del Paese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.