‘Ndrangheta, condannato l’ex direttore dell’Asl di Pavia

I giudici dell'ottava sezione del tribunale di Milano hanno comminato 41 condanne e 3 assoluzioni agli imputati del processo di primo grado risultato della maxi-operazione "infinito"

I giudici dell’ottava sezione del tribunale di Milano hanno comminato 41 condanne e 3 assoluzioni agli imputati del processo di primo grado risultato della maxi-operazione "infinito" che ha colpito l’ndrangheta in Lombardia. Tra gli imputati anche l’ex direttore della Asl di Pavia, Carlo Chiriaco, ccondannato a 13 anni. La sentenza ha comminato 18 anni a Pino Neri, considerato l’ex capo dell’ndrangheta in Lombardia, 12 anni di carcere anche per Ivano Perego della Perego General Contractor. Riconosciuto anche un risarcimento complessivo di 1,3 milioni di euro alla regione Lombardia. Un milione dovra’ essere pagato da alcuni dei condannati in solido tra loro, mentre 300mila euro dovranno essere pagati dall’ex direttore della Asl di Pavia, Carlo Chiriaco, condannato a 13 anni

Leggi anche – Una ‘ndrangheta "piramidale" e verticistica, come Cosa Nostra

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.